Andrea Camilleri: eredità letteraria e tesoro della terra dei “limiuna e pattualli”.

L’autore di best seller ad oltre 70 anni, ci dimostra che il successo non ha età e non insegue una tempistica ben precisa.

E’ noto ai più per aver scritto numerosi romanzi che vedono come protagonista il commissario Montalbano, l’eroe della porta accanto, che riesce sempre a risolvere casi ingarbugliati e apparentemente irrisolvibili.

I suoi romanzi hanno superato i 30 milioni di copie con titoli tradotti in tutto il mondo, posizionandosi ripetutamente in vetta alle classifiche dei libri più venduti.

L’iter letterario dello scrittore nato a Porto Empedocle (il 6 settembre del 1925), nei pressi di Agrigento, è stato scandito da tante tappe.

Dopo aver studiato all’Accademia d’arte drammatica, nel 1949 arrivano i suoi primi lavori come regista, autore e sceneggiatore per la televisione e per il teatro.

Vituperato per la sua fede comunista, perde l’occasione di lavorare in Rai nella seconda metà degli anni 90.

Successivamente si cimenta nella scrittura di saggi fino a diventare un affermato scrittore di romanzi polizieschi.

Nasce così nel 1994 il fortunato personaggio di Salvo Montalbano, il cui nome rimanda ad uno dei romanzieri più amati da Camilleri: Manuel Vazquez Montalban, il creatore di Maigret.

Così il personaggio del giovane commissario prende piede col suo primo romanzo giallo “la forma dell’acqua”.

Salvo Montalbano si presenta come un uomo semplice e genuino; dalle pagine dei libri arriva fino in tv e diventa sempre più celebre grazie anche all’interpretazione sublime di Luca Zingaretti, ex allievo di Camilleri all’Accademia d’Arte Drammatica.

Si instaura così nell’immaginario collettivo un collegamento ben serrato tra il personaggio letterario e quello televisivo, tenendo i telespettatori incollati allo schermo.

“E’ un monumento che se ne sta lì, ancora destinato a crescere per qualche anno. Terminerà quando finirò. Non mi facevo capace di avere una tale fantasia per la lunga serialità, però ci sono riuscito” ha dichiarato lo scrittore in un’intervista rilasciata in occasione dei vent’anni del suo personaggio, le cui avventure si sarebbero dovute stoppare al secondo episodio.

Fra qualche giorno ricorrerà l’anniversario della sua morte, ma il ricordo dello scrittore è sempre più vivido ai lettori di tutto il mondo.

 

Marika Cappuccio

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.