Attentato all’auto del delegato del sindaco, Giovanni Di Lorenzo

Due fucilate contro l’auto del delegato del sindaco, Giovanni Di Lorenzo. L’episodio è accaduto questa mattina al cimitero di Siracusa dove un giovane è riuscito a non farsi scoprire ed è entrato nel vialetto dell’ingresso principale del camposanto. Una volta giunto in prossimità del fuoristrada Defender, di proprietà di Di Lorenzo, ha puntato il fucile a canne mozze contro il cofano della vettura ed ha sparato due colpi. L’episodio è avvenuto intorno alle 11.30 alla presenza di numerose persone. Il giovane con t-shirt e cappellino, subito dopo avere sparato i colpi, si è allontanato in fretta all’interno del cimitero, per fare perdere le proprie tracce.

Scattato l’allarme, nel giro di pochi minuti sono accorse due pattuglie delle Volanti della polizia, una dei carabinieri e gli agenti della polizia municipale. Gli investigatori, dopo avere raccolto le prime informazioni da parte di alcuni testimoni, hanno avviato le ricerche, facendo chiudere i cancelli del campo santo, nel tentativo di rintracciare il responsabile dell’insano gesto.

“Se l’intento era quello di spaventarmi, non ci sono riusciti”, ha commentato Giovanni Di Lorenzo, il primo a intervenire dopo gli spari e il primo ad accorgersi che il malvivente avesse danneggiato il cofano della sua automobile. “Non so chi possa essere stato – continua – ma sono in contatto costante con i poliziotti e con la Procura per fornire tutte le indicazioni e l’aiuto possibile per venire a capo della situazione. Per quanto mi riguarda, proseguirò dritto per la mia strada senza lasciarmi intimidire”.

Atto intimidatorio a Giovanni Di Lorenzo – La solidarietà del sindaco Francesco Italia

“Vicinanza e sostegno a Giovanni di Lorenzo e ferma condanna di ogni vile atto di intimidazione, nella piena convinzione che l’autore del gesto verrà individuato dagli inquirenti e assicurato alla giustizia”: queste le parole del sindaco Francesco Italia a seguito dell’atto intimidatorio ai danni del delegato del quartiere Neapolis, Giovanni Di Lorenzo.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.