Augusta, riscontrate in porto 23 tonnellate di materiale fertoso

La Capitaneria di PortoGuardia Costiera di Augusta, unitamente a personale dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, appartenente all’Ufficio di Siracusa, all’Agenzia delle Dogane, appartenente all’Ufficio di Augusta, e del Libero Consorzio Comunale di Siracusa, hanno sottoposto a sequestro penale un cumulo di rottami ferrosi, ammontante a circa 23 tonnellate, nel porto commerciale di Augusta, sito all’interno di un tratto in concessione ad un operatore portuale.

Tale ammasso di rottami è stato ritenuto essere costituito da rifiuti, e quindi non conforme a quanto riportato nella documentazione di accompagnamento.

Il titolare della società concessionaria è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.

Rimane sempre alta l’attenzione della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta nelle attività di polizia ambientale, a difesa del territorio ed a tutela della collettività.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.