Caso Eligia Ardita, conferma dell’ergastolo per Leonardi anche in appello


Dopo oltre due ore di camera di consiglio, la corte d’assise d’appello di Catania ha confermato la sentenza di condanna all’ergastolo per Christian Leonardi, l’ex guardia giurata siracusana, accusata di avere ucciso la moglie, Eligia Ardita, la sera del 19 gennaio 2015 al culmine di un diverbio. I giudici hanno confermato il giudizio reso dalla corte d’assise di Siracusa, che aveva condannato Leonardi per la responsabilità nella morte della moglie. E’ passata la linea della pubblica accusa e quella delle parti civili costituite, mentre è andata delusa l’aspettativa delle due avvocatesse che difendono l’imputato e che aveva chiesto, a conclusione delle loro arringhe, di assolvere il loro assistito o di derubricare il capo d’imputazione da omicidio volontario a omicidio preterintezionale. A Leonardi non rimane altro che ricorrere per Cassazione, per scongiurare una condanna che è stata confermata anche in appello. “Giustizia è fatta ancora una volta – commenta a caldo Agatino Ardita, padre di Eligia – quello che noi sospettavamo è stato riscontrato nelle sedi giudiziarie. Leonardi ha ucciso nostra figlia e anche la figlioletta Giulia che portava in grembo”

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.