Green pass: dal 6 agosto obbligatorio.

Sembra ormai assodato che serva il green pass per poter accedere a determinate attività di svago e d’interesse personale.
Il Green Pass (Certificazione verde COVID-19 – EU digital Covid) è la certificazione nata su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di Covid-19. È digitale e stampabile, contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato.
In Italia, viene emesso soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.
La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni: aver fatto la vaccinazione anti Covid-19, essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore, essere guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi.
Questo è il tema cardine del nuovo decreto approvato dal consiglio dei ministri che entrerà in vigore il 6 agosto, tra due settimane circa.
A spingere il governo ad adottare queste disposizioni è stato il continuo avanzare della variante Delta e la paura di dover ricorrere alle chiusure che hanno caratterizzato “l’attuale era del Covid”.
Il decreto stabilisce che in zona bianca è valido il green pass ottenuto dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino e ha una validità di 9 mesi. Nelle zone gialla, arancione e rossa il green pass ottenuto dopo la prima dose è valido per accedere a tutti «i servizi e le attività consentiti e alle condizioni previste per le singole zone».
Sarà pertanto richiesto il certificato verde agli over 12 (saranno esentati i soggetti provvisti di un’idonea certificazione medica) in zona bianca per accedere ad eventi sportivi, musei, parchi a tema, sale bingo, casinò, cinema, concerti, ristoranti al chiuso, centri termali, piscine, palestre, oltre che congressi e concorsi che abbiano svolgimento sempre in strutture non all’aperto .
Il green pass sarà necessario anche per sedersi ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti e per l’accesso a palestre e centri benessere che non siano all’aperto.
Non è invece prevista l’apertura di discoteche.

Marika Cappuccio

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.