Il Consiglio comunale di Canicattini ha approvato il Piano finanziario dei rifiuti le tariffe Tari 2021

Il Consiglio comunale di Canicattini Bagni, riunito questa mattina in seduta straordinaria urgente, ha approvato, con i soli voti dei sette su otto Consiglieri di maggioranza di “Sviluppo e Futuro” presenti in aula, il Piano finanziario del Servizio di gestione dei rifiuti anno 2020, il Piano Finanziario dei costi del Servizio di gestione dei rifiuti urbani, determinando, altresì, la relativa tariffa TARI per l’anno 2021, e approvato la salvaguardia degli equilibri al Bilancio di previsione 2021-2023.

Non hanno preso parte ai lavori consiliari i quattro Consiglieri di minoranza di “Insieme per Cambiare”.

Appurato il numero legale dei Consiglieri presenti da parte del Segretario generale del Comune, Dott. Giuseppe Benfatto, il Presidente Paolo Amenta ha così aperto i lavori spiegando i motivi dell’urgenza e della straordinarietà della seduta a cui sono stati chiamati tutti i Consigli comunali entro il 31 luglio 2021, per l’approvazione dei Piani finanziari dei costi dei Servizi di gestione dei rifiuti, dopo la non concessione di ulteriore proroga da parte del Consiglio dei Ministri, e per quanto riguarda il Comune di Canicattini Bagni la recentissima validazione del proprio PEF (Piano Economico Finanziario) da parte della Società Consortile SRR ATO Siracusa Provincia, l’Ente territorialmente competente per i rifiuti dei Comuni siracusani.

Per cui, dopo le formalità preliminari della seduta e non essendo prevista nessuna comunicazione al Consiglio da parte del Presidente o del Sindaco, il punto all’ordine del giorno posto in discussione è stato il 3°, relativo all’approvazione del Piano Finanziario del Servizio di gestione dei rifiuti anno 2020, senza alcuna variazione delle tariffazioni, illustrato dall’Assessore ai Tributi, Pietro Savarino.

Il Consiglio comunale ha approvato il punto all’unanimità dei presenti.

L’argomento successivo, il 4°, ha invece riguardato l’approvazione del Piano Finanziario dei costi del Servizio di gestione dei rifiuti urbani con relativa determinazione della Tariffa TARI per l’anno 2021.

A prendere la parola è stato sempre l’Assessore Savarino, spiegando l’obbligo da parte del Consiglio di approvare il Piano finanziario dei costi del Servizio di gestione dei rifiuti per l’anno in corso, con l’applicazione e la determinazione delle nuove tariffe previste per legge a carico dei cittadini-utenti a copertura di detto servizio.

Tariffe totalmente cambiate rispetto al passato, ha precisato Savarino, in quanto, per le utenze domestiche non si terrà più solo conto dei metri quadrati ma anche delle unità che abitano l’immobile, mentre per quanto riguarda le attività produttive oltre ai metri quadrati si deve tener conto della singola tipologia di attività svolta con l’applicazione di alcuni parametri e indici che ne determineranno la tariffa.

Sul punto in questione ha chiesto la parola il Consigliere Sebastiano Cascone per invitare il Presidente Amenta, nella sua veste di Vice Presidente di AnciSicilia, di farsi carico di far aprire un tavolo di confronto con i governi nazionali e regionali al fine di sostenere le attività commerciali, artigiane e, nel suo complesso, le attività produttive, affinchè vengano sgravate di ulteriori costi come quelli relativi alla TARI, in un periodo di grande difficoltà e crisi per questi settori dovuti all’emergenza Covid.

Dal canto suo il Presidente Amenta ha confermato l’impegno non solo di AnciSicilia nel seguire passo passo il percorso dell’applicazione della deliberazione ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente), sia a livello regionale che nazionale, ma anche a livello locale con l’incontro già avvenuto con il Sindaco Marilena Miceli e l’Assessore ai Tributi, Pietro Savarino, al fine di tranquillizzare i titolari di attività produttive e commerciali, che sono allo studio strumenti finalizzati a sostenerli per non gravare ulteriormente su questi settori fortemente in crisi.

Conferma arrivata anche dall’intervento del Sindaco Miceli, che ha ulteriormente informato i presenti, che proprio grazie agli interventi e alle sollecitazioni fatte dal Vice Presidente di AnciSicilia, Paolo Amenta, sono stati aperti alcuni tavoli di confronto con il governo nazionale e regionale, per affrontare questo problema e le ripercussioni sui territori, uno dei quali previsto proprio nei prossimi giorni a cui parteciperà lo stesso Presidente del Consiglio comunale di Canicattini Bagni.

Non solo ha precisato il Sindaco si affronterà la questione della delibera ARERA ma anche tutte le altre problematiche che stanno mettendo in ginocchio i Comuni, in particolare quelli siciliani, ad iniziare dal Fondo Crediti di dubbia esigibilità, e la necessità da parte degli Enti Locali di dover ricorrere a continue scoperture di Tesoreria per garantire i servizi essenziali ai cittadini, con ulteriore aggravio di costi dovuto al pagamento di interessi passivi.

«Tutti problemi che affliggono gli Enti Locali – ha concluso il Sindaco Miceli – e che in questi anni a gran voce sono stati gridati proprio da Canicattini Bagni e da questo Consiglio comunale e che il nostro Presidente Amenta, in quanto Vice Presidente di AnciSicilia, ha trasferito e presentato ai vari livelli istituzionali».

Conclusi gli interventi il punto in questione è stato posto in votazione venendo approvato all’unanimità dei presenti.

L’ultimo punto all’ordine del giorno ha riguardato la salvaguardia degli equilibri di Bilancio di previsione 2021-2023, ai sensi dell’art.193 del D. Lgs. 267/2000.

È stato il Sindaco Miceli a riferire in aula, definendo l’argomento un atto dovuto ai sensi dell’art. 193 dell’TUEL, così come previsto per i Comuni che hanno approvato nei tempi fissati dalla legge il proprio Bilancio di previsione, e Canicattini Bagni l’ha approvato lo scorso aprile 2021, al fine di verificare, almeno una volta l’anno, entro il 31 luglio, il permanere degli equilibri di bilancio per l’anno in corso sia per quanto riguarda la gestione di competenza, di cassa e dei residui, accertando che non sono necessari provvedimenti di ripristino degli equilibri stessi, con la possibilità in caso di scostamenti di poter effettuare eventuali variazioni entro il 30 novembre.

Non chiedendo nessuno la parola sull’argomento il punto messo ai voti è stato approvato all’unanimità.

Conclusi i punti all’ordine del giorno, prima di sciogliere la seduta il Consigliere Sebastiano Cascone è intervenuto invitando tutti i presenti all’ultima serata di teatro amatoriale di sabato in Piazza XX Settembre e alla serata di premiazione di domenica 1 agosto 2021 dell’8° “Premio Ulisse 2021”, l’importante rassegna di Teatro amatoriale siciliana che grazie all’Amministrazione comunale, alla collaborazione con le Compagnie teatrali canicattinesi “Le Maschere” e “Il Sipario”, e il lavoro dell’Assessore alla Cultura, Mariangela Scirpo, e dell’Assessore al Turismo e Spettacolo, Sebastiano Gazzara, oltre ad aver fatto da madrina alla nascita del 1° “Premio di Teatro amatoriale Città di Canicattini Bagni”, per dare il giusto riconoscimento alla lunga tradizionale teatrale cittadina, ha posto le basi per proiettare a livello nazionale Canicattini Bagni anche nel settore culturale del Teatro amatoriale.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.