Il delitto di Priolo, i tre indagati restano in carcere

arrestati-delitto-boscarino-priolo-535x300

Sono stati convalidati i fermi della polizia emessi nei confronti di Christian De Simone, 33 anni, e Roberto De Simone, 26 anni, fratelli, entrambi priolesi, che si erano costituiti sabato scorso in Questura, a Siracusa, in quanto indagati per l’ omicidio di Alessio Boscarino, il ventiquattrenne ucciso a colpi di pistola il 4 dicembre scorso in un parco di via Tasso, a Priolo.

Devono rispondere, insieme a Davide Greco, 28 anni, di omicidio in concorso e come quest’ ultimo, che era stato arrestato nelle ore successive al delitto, i fratelli, assistiti dall’ avvocato Antonio Zizzi, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

L’ udienza si è tenuta nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle 13, nella stanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Siracusa, al palazzo di giustizia del capoluogo, e nella stessa giornata gli indagati sono stati riaccompagnati in cella, nel penitenziario di contrada Cavadonna.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.