La forza di un sorriso: la storia di Riccardo Sorbello e del parco a lui dedicato

Quando la comunità si muove insieme, la speranza si trasforma in realtà. Scopri come Giarre sta dando vita al Parco di Riccardo Sorbello, il bambino che ha toccato il cuore di tutti.

C’è il prima e c’è il dopo, quasi nemici e antagonisti, che dividono in due la vita, quello che era e quello che è. Il prima, che combatte il terrore con la speranza; il dopo che rivela la fragile precarietà dell’esistenza.

E se il prima, ieri, diventa il luogo del ricordo, il dopo è il luogo dell’azione ed è oggi. Per i genitori di Riccardo è il giorno per dare vita al progetto che continui a portare al presente il sorriso di un bambino che ha toccato il cuore di un’intera comunità.

Poco più di due anni, vissuti con incondizionato amore e continui sorrisi. Riccardo Sorbello ha illuminato la vita dei suoi genitori, Ines e Marco, dimostrando un incredibile coraggio e forza eroica nell’affrontare il tumore rabdoide che lo ha portato via. Durante i lunghi mesi di cure a Genova, Riccardo non ha mai smesso di giocare coinvolgendo bambini e adulti. Una dimostrazione di forza straordinaria, di fronte alla quale si fallisce a dare il giusto merito.

Mesi di viaggi e la scoperta di una nuova realtà per i genitori, che hanno avuto il prezioso supporto dell’associazione ABEO Liguria Onlus durante le cure e il trasferimento a Genova.
All’associazione genovese è stato devoluto il ricavato della raccolta fondi, lanciata in occasione dell’ultimo saluto a Riccardo, lo scorso 5 febbraio, che si stima abbia raccolto circa 10.000€.
Un modo per chiunque abbia amato, conosciuto o anche solo scorto per un attimo il sorriso di Riccardo, potesse ringraziare e supportare ABEO nell’ aiutare tanti altri bambini.

Il sorriso di Riccardo ha travalicato confini, comunali e regionali, dando vita ad una nuova idea di collettività che da Genova a Giarre (CT) si sta muovendo per realizzare il Parco a lui dedicato.
A Nunziata di Mascali (CT), paese in cui abitava Riccardo, l’intera comunità si è prodigata nel far sentire la vicinanza alla famiglia. Il parroco Don Maurizio Guarrera ha già proposto alcune idee a supporto della raccolta fondi destinata al Parco, tra cui il desiderio di una maratona in occasione del terzo compleanno di Riccardo, il prossimo settembre.

Una idea semplice: un bambino, un parco, le giostre. Tanto semplice che sembra impossibile che manchi nei nostri territori. Il parco e le giostre di Genova hanno goduto dei luminosi sorrisi di Riccardo, sono stati il palcoscenico di avventure e giochi, scoperte e nuove amicizie, durante i mesi vissuti nella città ligure. Tra i tanti, il Parco di Nervi che, tra lussureggianti giardini, ospita numerosi giochi e giostre.
Questo è il motivo che ha ispirato famiglia ed amici a perseguire il progetto del Parco. Un luogo di aggregazione e divertimento, regno del gioco e della fantasia, imprescindibili per la crescita sana dei bambini, di cui le nostre zone imperdonabilmente scarseggiano.

Individuato lo spazio perfetto, l’associazione nascente dedicata a Riccardo sta lavorando già per reperire le autorizzazioni necessarie, scontrandosi anche con qualche muro. Eppure qui si rivela la magia del sorriso di questo bambino che ha raccolto attorno a sé e ai suoi genitori, l’affetto e il supporto di centinaia di amici pronti, a sostenere la realizzazione del Parco, per Riccardo e per tutti i bambini, perché meritano un luogo in cui possano giocare e crescere, sorridere e scoprire la vita ogni giorno.

L’idea in cantiere è già stata sposata da imprenditori, sponsor, partner e organizzazioni di Dubai, Roma, Catania e Londra. Il tam tam che ha preso il largo è fortissimo, ma è il supporto della comunità locale che i genitori desiderano sentire ancora più vicina. Per fare insieme.

Sicuramente un progetto ambizioso, che punta a realizzare uno spazio come mai visto a Giarre, ma che non spaventa e che anzi, diventa una sfida e che fa della lezione di vita tramandata da Riccardo, il suo motto: non si smette di sorridere,non si smette di giocare e non si smette di stare vicino gli uni con gli altri. Ed è importante che la comunità intera lo faccia proprio, non solo per ricordare Riccardo, ma per dare la possibilità di sperimentare e scoprire, gioco e natura, a tutti i nostri bambini.

Il sito www.ilsorrisodiriccardo.org è il diario di questo progetto. Qui potrete leggere la storia di Riccardo, seguire l’evoluzione del Parco, scaricare il progetto e rendersi partecipi, volendo, in diverse modalità: come volontari, sostenitori o donatori.

A cura degli Amici de IL SORRISO DI RICCARDO
amici@ilsorrisodiriccardo.org
informazioni e approfondimenti: +393313509095

Comments

comments

By Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala