Lentini, sparano colpi da fuoco: 2 giovani in stato di fermo per tentato omicidio

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Siracusa e del Nucleo Operativo della Compagnia di Augusta hanno eseguito un provvedimento di fermo nei confronti di un lentinese di 22 anni e un 24enne di Carlentini, gravemente indiziati di essere gli autori della sparatoria dello scorso 28 aprile.

Quella domenica, al termine dell’incontro di calcio tra il Carlentini ed il Francofonte, un giovane 22enne francofontese, a bordo della sua autovettura, è stato affiancato da un altro veicolo dal quale sono stati esplosi alcuni colpi d’arma da fuoco che lo hanno attinto al fianco.

Le indagini, svolte dai Carabinieri del NORM di Augusta e dai colleghi del Nucleo Investigativo di Siracusa, coordinate dalla Procura della Repubblica di Siracusa, hanno permesso di raccogliere numerosi, gravi e concordanti indizi che hanno consentito l’individuazione dei due autori, l’autista e chi ha materialmente sparato.

L’acquisizione di tutte le telecamere di sorveglianza della zona e l’attività tecnica svolta dai militari ha restretto il cerchio degli indiziati nonostante la mancata collaborazione della vittima e delle persone informate sui fatti, che non hanno fornito alcun contributo alle indagini.

I Carabinieri hanno così scandagliato i social alla ricerca di contenuti riconducibili a quei giovani che ben conoscono sia la vittima che i due autori del reato.

I Carabinieri hanno rinvenuto un video che ritrae l’autore degli spari che si riprende e autocelebra.

Scandagliando i commenti in calce al video, i Carabinieri hanno trovato conferme alle prime ipotesi investigative identificando gli autori dei commenti, nonostante questi si celassero dietro nickname falsi.

Incrociando i dati raccolti e le tracce digitali lasciate dai due autori del reato, i Carabinieri hanno così redatto e consegnato una corposa informativa nelle mani dell’Autorità giudiziaria che ha condiviso le ipotesi investigative dell’Arma e ha emesso un decreto di fermo, eseguito dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Siracusa.

I due fermati sono stati condotti presso la casa circondariale “Cavadonna“ di Siracusa.

Comments

comments

By Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala