Mafia, arrestato latitante a Siracusa: sfuggito a una retata un mese fa

SIRACUSA. E’ stato individuato e arrestato il latitante mafioso siracusano Gianfranco Urso, di 46 anni. L’uomo è legato al clan siracusano Bottardo  Attanasio ed era riuscito a sfuggire alla cattura lo scorso 20 aprile, quando sono stati arrestati quindici persone accusate di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Urso è stato dichiarato latitante con decreto emesso l’11 maggio dal gip del Tribunale di Catania. E’ stato fermato in contrada Carrubbazza, nella zona di Solarino, e si trovava a bordo di un’autovettura condotta da Giuseppe Lombardi, che è stato arrestato per il reato di favoreggiamento personale.

Gli agenti della squadra mobile di Siracusa hanno dato esecuzione , su delega della procura di Catania – Direzione distrettuale antimafia, all’ordinanza applicativa di misure cautelari.

Urso è accusato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso.

Gli inquirenti hanno in traffico di droga gestito dal clan Bottardo Attanasio. Le indagini hanno documentato anche lo svolgimento di un vero e proprio “summit”, organizzato da Luigi Cavarra e da Urso, con esponenti di vertice dei principali gruppi di spaccio di Siracusa. Durante il vertice mafioso sono state prese decisioni in merito alla gestione del traffico di stupefacente. Da quel momento sono iniziate vere e proprie aggressioni fisiche ai danni di persone che non rispettavano gli ordini stabiliti dai vertici del clan.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.