Priolo – Acceso “L’albero della speranza”: addobbato con materiale di riciclo dagli studenti dei due istituti comprensivi

 

 

E’ stato acceso nel pomeriggio di oggi l’albero di Natale scelto dai due Istituti Scolastici di Priolo e addobbato dagli stessi studenti, allestito all’esterno del Palazzo Comunale. Un albero in legno, progettato a costo zero dal designer siracusano Lorenzo Amato e realizzato artigianalmente dal maestro priolese Turco. Ad assistere alla cerimonia di accensione il Sindaco, Pippo Gianni, il Presidente del Consiglio, Alessandro Biamonte, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Mariachiara Gambuzza, il Dirigente Scolastico, Enzo Lonero e alcuni docenti che hanno preso parte alle iniziative scaturite dalla collaborazione tra Comune di Priolo e i due Istituti Comprensivi della città.

In mattinata, una piccola rappresentanza degli studenti aveva addobbato con materiali di riciclo anche gli alberi posti al primo piano del Palazzo Municipale e all’interno dell’aula consiliare.

Ai bimbi e ai ragazzi presenti, il Sindaco Gianni ha augurato salute, felicità e serenità. “Anche questo brutto momento legato all’emergenza sanitaria, uno dei peggiori mai vissuti nel mondo, passerà, Quello che non passa – ha detto il primo cittadino – è l’amore, che è la chiave fondamentale per affrontare il futuro serenamente. Per questo vi auguro nella vita tanto amore e tanta passione. Senza passione tutto è freddo e distaccato, è l’elemento che servirà anche a voi in futuro per fare bene”.

“La tematica scelta, quella della speranza – ha affermato il Dirigente Scolastico Enzo Lonero – è davvero toccante in questo particolare momento, che accomuna tutti. La speranza assume un valore importante; rappresenta la possibilità di sperare che questo virus vada presto via e di proiettarci nell’immediato futuro. I bimbi si sono impegnati subito e con l’aiuto delle maestre hanno realizzato addobbi meravigliosi. Hanno rappresentato quello che è il simbolo del Natale: gioia, serenità, armonia dello stare insieme. Tanto è vero che oggi – ha concluso Lonero – seppur tutti con le mascherine e le dovute attenzioni, stiamo dimostrando la voglia che abbiamo di tornare a stare insieme, non solo a Natale ma tutto l’anno, vivendo nella concordia l’uno con l’altro. Questa è l’arma che distrugge tutti i mali”.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Biamonte, ha parlato dell’obiettivo della sua presidenza: far avvicinare i cittadini alle istituzioni e alla vita del paese, anche attraverso iniziative come quella di oggi,  che si ripete per il secondo anno. “L’intento – ha detto – è quello di creare  tradizione e comunità,  far sì che il concerto e l’albero di Natale  possano ripetersi anche negli anni successivi. Natale di speranza è un messaggio per l’intera cittadinanza. E’ stato un anno segnato dalla pandemia, un evento straordinario che ha modificato la nostra vita e le nostre abitudini e che inevitabilmente inciderà anche sulle festività natalizie. Un sentimento di speranza: speranza in un futuro prossimo più sereno e stabile, speranza di una rinascita per  tutti, speranza di uscirne più forti e uniti di prima. Con l’occasione del Natale – ha concluso Biamonte – vogliamo ringraziare tutti coloro che si dedicano alla nostra comunità ed impegnano le proprie energie per rendere il nostro paese sempre più bello ed accogliente, grazie a tutti i docenti, un grazie particolare ai nostri ragazzi e alle loro famiglie. Voglio stringervi in un abbraccio simbolico: che sia un sereno Natale per tutti”.

“Oggi – ha detto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Mariachiara Gambuzza – si è svolto il primo evento del Natale della Speranza, insieme ai ragazzi, ai docenti e al Dirigente Lonero, ai quali vanno i miei più sentiti ringraziamenti per l’impegno profuso. Mi ritengo soddisfatta per il risultato raggiunto e per la collaborazione instaurata con il Presidente del Consiglio, che ci vedrà impegnati in futuro in diverse iniziative, che vedranno protagonisti sempre i nostri ragazzi. L’obiettivo prefissato insieme al Sindaco, come ha detto Biamonte, è quello di creare comunità e tradizione”.

Il 22 dicembre, altra iniziativa nata dalla collaborazione tra Comune di Priolo e gli Istituti Comprensivi; dal Teatro Comunale, in modalità online, “Ensemble Strumentale – Coro delle Voci Bianche” a cura del I Comprensivo ad indirizzo musicale

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.