Priolo: lunedì sarà pubblicato il bando per l’affidamento delle 37 cucce acquistate dal comune

Dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2021 le domande per l’affidamento e la cura delle cucce acquistate dal Comune di Priolo Gargallo, da destinare a cani e gatti di proprietà comunale, reimmessi nel territorio. Potranno presentare richiesta i tutor di animali d’affezione risultanti agli atti d’ufficio, che stazionano nel centro abitato. L’avviso e il modulo per presentare istanza saranno pubblicati lunedì sul sito del Comune di Priolo Gargallo.

Si tratta di 37 cucce di ultima generazione, di varie dimensioni, in legno essiccato per evitare alterazioni atmosferiche, griglia per aerazione interna, tetto apribile per una facile pulizia; saranno posizionate nei vari quartieri del paese.

L’iniziativa, proposta dal presidente del Consiglio, Alessandro Biamonte, è stata condivisa e portata avanti dal sindaco Pippo Gianni, da tutta l’Amministrazione e dal Consiglio comunale.

Con l’acquisto delle cucce – commenta il Sindaco Gianni – intendiamo offrire riparo ai cani e ai gatti che non possono godere del calore di una casa, delle cure e dell’affetto di una famiglia. Lancio un accorato appello ai cittadini, affinché custodiscano le cucce, che sono di tutti noi; non dobbiamo rovinare ciò che è nostro e che farà stare meglio i nostri fedeli amici”.

La civiltà di un paese – afferma il presidente Biamonte – si misura dal modo in cui si trattano gli animali. Questa iniziativa, insieme al regolamento “Adotta un Cane” e alla sterilizzazione dei cani privati è rivolta al benessere dei nostri amici a 4 zampe. Un progetto lanciato e inserito in fase di bilancio, che trova oggi realizzazione: 37 cucce per i randagi, che affronteranno l’estate e il prossimo inverno in maniera più serena. Obiettivo: creare un’ambiente confortevole circondato da amore e affetto. D’estate i cani possono andare incontro a colpi di calore e d’inverno, al di sotto di alcune temperature, a patologie gravi. Anche se dovrebbero essere abituati a vivere all’esterno, vi sono delle temperature al di sotto delle quali iniziano a sentire freddo. L’iniziativa si propone di dare un aiuto concreto ai cani che non hanno una casa. Ringrazio il sindaco, l’assessore al ramo e il dirigente Carrubba per aver concretizzato l’iniziativa e rinnovo i miei più sentiti ringraziamenti  a tutti i volontari che quotidianamente, a titolo gratuito e con passione, si occupano di tale problematica. La speranza è che con questo gesto concreto si faccia un passo in più verso i cani che vivono in strada, per garantire sempre il benessere animale”.

Come Amministrazione – ricorda il vicesindaco Maria Grazia Pulvirenti – abbiamo voluto riqualificare gli sgambatoi e realizzarne uno nuovo a San Focà. In questi anni lo sgambatoio è stato utilizzato solo per portare i cani a fare i propri bisogni e adesso è invece un luogo dove gli animali possono andare a giocare con il proprio padrone. Voglio invitare i proprietari a tenere puliti questi luoghi, non solo nel rispetto dei cani stessi, ma soprattutto delle persone che portano i nostri amici a 4 zampe. Altra cosa che l’Amministrazione sta portando avanti è quella del cibo acquistato per cani e gatti e poi la realizzazione di un canile comunale. Voglio infine ringraziare i volontari di Priolo che con amore e passione ogni giorno si prendono cura degli animali”.

Tutti insieme – sottolinea l’assessore al Randagismo, Santo Gozzo – abbiamo trovato una soluzione per dare conforto ai nostri amici a 4 zampe. Le cucce ripareranno cani e gatti dal sole durante l’estate e renderanno l’inverno meno duro, in particolare per gli animali più anziani e a pelo corto, che soffrono maggiormente il freddo”.

Quello dell’acquisto delle cucce – afferma Yuri Buonafede, consigliere comunale di maggioranza – è un grande risultato. Da qualche anno l’Amministrazione svolge un lavoro importante, mostrando vicinanza nei confronti dei nostri fedeli amici. Sicuramente attueremo altri importanti progetti in loro favore”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.