Semplificazione – Regione razionalizza i controlli contabili

28 settembre 2020-Firmata dell’assessore e vicepresidente della Regione Gaetano Armao e del Ragioniere generale Ignazio Tozzo la nuova disciplina sui controlli amministrativo-contabili.
Tra le priorità del Governo Musumeci, la riforma amministrativa varata con la legge regionale 7 del 2019, che ha introdotto innovativi istituti di sburocratizzazione e di partecipazione in risposta alla necessità di snellire e semplificare le procedure dell’azione della Pubblica amministrazione, dell’efficienza, della responsabilizzazione e dell’autonomia della funzione dirigenziale.

Tali esigenze, ancor più avvertite nella complessa fase post-pandemica a causa della grave crisi economica determinatasi, rendono improcrastinabile il processo di riforme in materia, in particolare per i procedimenti amministrativi, procedure ad evidenza pubblica, responsabilità amministrativa.
Il ‘pacchetto’ di semplificazioni varato dall’assessorato per l’Economia consente al sistema dei controlli amministrativo-contabili di superare la lunga stagione della generalizzazione dei controlli “preventivi” di legittimità degli atti. L’esperienza amministrativa dimostra che la pervasività e generalizzazione dei controlli preventivi, se incide sull’efficienza dell’agire delle pubbliche amministrazioni, non riesce a scongiurare l’emanazione di atti in violazione di legge o, addirittura, pregiudizievoli per il pubblico erario.

L’iniziativa dell’assessorato innova un settore, quello dei controlli amministrativo-contabili, tra quelli nei quali si registrano inerzie e disfunzioni, spesso determinati dalla farraginosità delle norme contabili e dalle criticità tipiche di questa fase del procedimento amministrativo. In particolare, la circolare punta al rafforzamento dei profili di responsabilità dirigenziale, evitando ogni forma di duplicazione nelle verifiche documentali rispetto a quelle già espletate dal dipartimento competente, agendo sulla standardizzazione dei controlli.
Le misure indicate nella circolare vanno: dai contributi per la realizzazione delle opere pubbliche al noleggio di attrezzature, macchinari ed autovetture, snellendo anche i processi di controllo sui contributi a soggetti pubblici e privati, le spese legali, i rimborsi spese, con l’obiettivo di eliminare definitivamente i ‘colli di bottiglia’ che rallentano le attività amministrative.

“I siciliani chiedono un’amministrazione più snella e veloce, l’innovazione dell’amministrazione pubblica – dichiara Armao – passa attraverso la modernizzazione delle procedure e dell’organizzazione. La circolare mira a semplificare il controllo delle ragionerie centrali per lo snellimento delle procedure amministrative e l’accelerazione della spesa con la limitazione dei controlli preventivi, il rafforzamento di quelli interni di ogni Dipartimento ed un più ampio ricorso ai controlli successivi ed a campione.”

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.