Carburanti: sciopero benzinai “congelato”

Roma, 13 gennaio 2023 – Conclusa pochi minuti fa la riunione tra governo e associazioni di categoria dei benzinai. Ora il confronto in Sala Verde prosegue con i rappresentanti dei produttori di carburanti e delle reti di distribuzione. Per il governo, al tavolo sono presenti il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, quello delle Imprese e Made in Italy, Adolfo Urso, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Alfredo Mantovano. Il governo ha constatato il congelamento dello sciopero dei benzinai previsto per il 25 e 26 gennaio e la sospensione del giudizio da parte delle associazioni sul decreto legge in attesa della pubblicazione; inoltre il governo assicura l’avvio di un confronto con il settore dei distributori di benzina. I gestori non hanno alcuna responsabilità per l’aumento dei prezzi, né per le eventuali speculazioni di cui si è parlato. E’ il momento di lavorare seriamente per restituire efficienza e piena legalità alla rete”. Lo affermano con una nota congiunta le sigle sindacali al termine dell’incontro con il Governo.  I sindacati inoltre portano a conoscenza che: “Già nei prossimi giorni, le organizzazioni dei gestori si rendono disponibili ad affrontare i temi sul tavolo e a individuare strumenti anche normativi utile ad affrontare sia la contingenza che soprattutto la prospettiva. Un percorso che può portare a rivalutare anche lo sciopero proclamato per fine mese, al momento congelato seppure con la riserva per una sua sospensione in funzione dell’esame del testo del decreto una volta emanato”.  Siamo in attesa di leggere il decreto, non lo abbiamo visto. Lo sciopero è congelato: si è sgombrato il campo da tutte le voci di speculazione e di frodi”. Così le associazioni di settore dei benzinai al termine dell’incontro con i rappresentanti del governo. ” Da inizio anno il prezzo della benzina alla pompa è in aumento costante. Dal 1 gennaio è scaduto lo sconto sulle accise, che inizialmente era di 30 centesimi al litro dal 1 dicembre scorso è sceso a 18.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.