Cassibile, Avola, Francofonte e Augusta: i carabinieri arrestano tre persone e intervengono nell’incendio di due auto

CASSIBILE: EVADE DAGLI ARRESTI DOMICILIARI: ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Nella nottata di ieri i Carabinieri della Stazione di Cassibile, impegnati in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per evasione, Daresma Morad di anni 33 nella foto sopra, operaio di origini marocchine e pregiudicato. Quest’ultimo, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione era stato arrestato nello scorso mese di settembre per maltrattamenti nei confronti della compagna. In quest’occasione il Daresma, incurante degli obblighi previsti dal regime degli arresti domiciliari, aveva deciso di allontanarsi comunque di casa senza alcuna autorizzazione alla guida di un autovettura. Tuttavia i militari dell’Arma, nel corso di un controllo alla circolazione stradale hanno immediatamente riconosciuto il soggetto e proceduto quindi all’arresto in flagranza.

Lo stesso, infine, dopo le incombenze di rito eseguite presso i locali della Stazione Carabinieri, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione.

 

AVOLA:  I CARABINIERI ARRESTANO UNA PERSONA PER FURTO DI LIMONI.

 

Nel pomeriggio di ieri 18 ottobre, ad Avola, in Contrada Sanghitello, i Carabinieri della Stazione di Avola hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato Paolo Marcì 49 anni, nella foto sopra, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

L’uomo, unitamente a due complici, riusciti a scappare, approfittando della calma del primo pomeriggio, si è introdotto all’interno di un terreno iniziando a raccogliere limoni. Ma il proprietario del fondo, transitando in zona e notando degli estranei nella proprietà, contattava il numero di emergenza 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia. All’arrivo dei Carabinieri, già impegnati in zona in servizio di perlustrazione sul territorio, hanno fermato l’uomo con circa 20kg di limoni, pronti per essere portati via, mentre i due complici si sono dati alla fuga alla vista dei militari. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Condotti in caserma, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e, espletate le formalità di rito, come disposto dall’Autorità Giudiziaria con decreto motivato, rimesso in libertà non sussistendo l’esigenza di richiedere l’applicazione di misure cautelari coercitive.

Secondo le linee guida impartite dal Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, l’attenzione dei Carabinieri rimane alta e costante sull’intera provincia in considerazione del fatto che il fenomeno dei furti di limoni e dei prodotti agricoli in genere registra dati rilevanti che richiedono un’efficace e costante azione di contrasto al fine di tutelare un settore economico, quello ortofrutticolo, particolarmente importante per il territorio. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri per arginare il fenomeno delittuoso in questione, affiancando alla continua perlustrazione delle zone di campagna una specifica attività diurna di verifica agli ambulanti cittadini ed al sistema di trasporto delle merci su strada.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.