Grande successo all’ARS dedicato alla Conferenza sul Futuro dell’Europa; Stefano Ingallina nominato coordinatore regionale del Movimento Europeo Italia


La sala “Gialla” dell’ARS dedicata a Piersanti Mattarella ha accolto nella giornata di ieri giovani, rappresentanti delle istituzioni, delle parti sociali e della società civile per discutere insieme sul futuro dell’Europa, in previsione della conferenza internazionale che partirà il 9 maggio.

Organizzato dall’Intergruppo Federalista Europeo all’ARS con il contributo dell’antenna Carrefour Europe Direct di Palermo, l’incontro di ieri ha visto presiedere e coordinare i lavori l’On. Giovanni Cafeo, presidente dell’Intergruppo mentre a relazionare sul tema erano presenti Luisa Trumellini, Segretario Nazionale del Movimento Federalista Europeo, l’On. Luigi Sunseri, vicepresidente della commissione UE all’ARS, l’On. Giuseppe Milazzo, europarlamentare e Piervirgilio Dastoli, presidente del Movimento Europeo Italia.

L’interessante dibattito è stato seguito con attenzione dai presenti, in particolari dai numerosi studenti che hanno interagito con domande e osservazioni rivolte ai presenti. Tra gli interventi programmati da segnalare quelli di Sebastiano Cappuccio e Caludio Barone, rispettivamente segretari regionali Cisl e Uil, di Cettina Rosso, comitato federale del MFE e quello del siracusano Niccolò Monterosso, presidente della Consulta degli Studenti di Siracusa che ha auspicato un maggiore protagonismo dei giovani nelle scelte che condizioneranno il futuro dell’Europa.

“Ringrazio la Presidenza dell’ARS e tutti i partecipanti a questa iniziativa – dichiara l’On. Giovanni Cafeo – in particolare i dirigenti delle scuole che hanno permesso a questi ragazzi di partecipare ad un dibattito che spesso li vede soltanto come spettatori passivi se non, in certi casi, addirittura ignorati. Le iniziative dedicate alla nuova visione dell’Europa, quanto mai necessarie in tempi di anacronistici sovranismi e di “brexit”, saranno prioritarie da parte dell’Intergruppo Federalista Europeo”.

A margine dell’incontro, nella successiva riunione convocata nel primo pomeriggio, il presidente Dastoli ha nominato il siracusano Stefano Ingallina coordinatore del comitato regionale Sicilia del Movimento Europeo Italia.

Classe 1987, laurea in Studi Europei a Siena e in Politiche Ambientali in Olanda, Stefano Ingallina ha già acquisto esperienze europee tra cui quella al Comitato Economico e Sociale Europeo, organo consultivo dell’UE. Prende il posto del precedente coordinatore nonché segretario dell’MFE di Palermo Sergio Ortoleva.

Il Movimento Europeo Italia, fondato una prima volta nel 1948 e poi nuovamente nel 1956 come Sezione italiana del Mouvement Européen, è espressione di tutte le forze democratiche – partiti, sindacati e associazioni – impegnate nel nostro Paese per il conseguimento dell’unità europea, intesa secondo il messaggio di Ventotene che ispirò la resistenza e quale federazione fra tutti gli Stati Europei a regime democratico che possano e vogliano aderirvi in piena parità di diritti e di doveri.

“Sono onorato per questa nomina – dichiara il nuovo coordinatore del ME Stefano Ingallina – con il presidente Dastoli abbiamo trovato delle sinergie in quasi due anni di consultazioni e partecipazione attiva agli eventi del Movimento Europeo e sono convinto che potremo continuare a lavorare con profitto, provando ad immaginare una vera Europa federale, all’insegna dell’integrazione, della cooperazione e del coordinamento tra le forze aderenti alla visione federalista dell’Europa”.

La prima attività del coordinamento regionale, in collaborazione con gli altri movimenti federalisti e l’Intergruppo Federalista Europeo all’ARS sarà la conferenza Internazionale sull’Economia Circolare, prevista già in primavera, un’iniziativa che, secondo Ingallina, “è importante che coinvolga più giovani possibili e parta proprio dalla Sicilia, una terra nella quale il senso di appartenenza all’UE è forse al minimo storico”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.