Incendi, Canapo: la regione sicilia non ha finanziato convenzione vigili fuoco

 

Palermo, 5 Lug 2021 – “Come vigili del fuoco quest’anno non siamo stati messi dalla Regione Sicilia nella condizione di poter efficacemente concorrere nel fronteggiare gli incendi boschivi che stanno devastando il territorio siciliano a causa delle altissime temperature ma anche per le azioni criminali dei piromani”.

A lanciare l’allarme è Giuseppe Musarra, segretario per la Sicilia del CONAPO, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco, che denuncia “risorse insufficienti” e rende noto di aver “dichiarato lo stato di agitazione dei vigili del fuoco siciliani”.

“E’ grave – spiega Musarra – che non sia stato avviato il potenziamento del dispositivo regionale per la lotta agli incendi boschivi con squadre di vigili del fuoco aggiuntive come previsto dalla convenzione tra la Regione Sicilia e le Direzione regionale dei vigili del fuoco, siamo molto preoccupati sia per le devastazioni del territorio che per i percoli verso i cittadini, ma anche per la sicurezza degli stessi vigili del fuoco”.

“Il mancato finanziamento della convenzione incendi da parte della Regione siciliana – continua il sindacalista del CONAPO – rischia di creare una situazione drammatica sia per i danni irreversibili al territorio e alle attività produttive sia per la mancanza di tempestività nei soccorsi. Facciamo appello al Presidente della Regione On. Musumeci affinché attivi con urgenza il piano AIB in convenzione che consentirebbe di dispiegare sul campo un decina di squadre supplementari di vigili del fuoco su tutto il territorio regionale”.

“E’ inoltre incomprensibile che la regione Sicilia non utilizzi i vigili del fuoco qualificati come “DOS – direttori delle operazioni di spegnimento” per il coordinamento tra mezzi aerei e le squadre a terra. E’ paradossale che pur disponendo di questi professionisti esperti abilitati dal ministero dell’interno, a differenza delle altre regioni, in Sicilia la regione non li utilizza per la lotta agli incendi. Anche su questo punto chiediamo un intervento risoluto da parte del Presidente Musumeci”, conclude Musarra.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.