Maltempo – ‘Commissione d’inchiesta sull’alluvione nelle Marche’

La Regione Marche istituirà una Commissione tecnica “per svolgere un’indagine finalizzata all’accertamento della regolarità e dell’appropriatezza delle procedure adottate e dei comportamenti assunti da parte delle competenti strutture organizzative della Protezione civile regionali” per l’alluvione del 15 settembre.

Lo ha annunciato il governatore Francesco Acquaroli su facebook.

La Commissione dovrà evidenziare “eventuali disfunzioni e responsabilità”.

Il governatore ha chiesto al segretario generale dell’ente di istituire l’organismo. “E’ un atto necessario a garanzia di tutti” conclude.

La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese si è recata questa mattina nei i luoghi colpiti dall’alluvione, un gruppo di Comuni tra l’entroterra della provincia di Pesaro Urbino, il Senigalliese, l’alta Vallesina. I danni sono ingenti, in provincia di Ancona ci sono state 11 vittime accertate e 2 dispersi. Le ricerche di Mattia, 8 anni, e Brunella Chiù, 56, si stanno concentrando in un tratto preciso di fiume, tra i territori di Corinaldo e Trecastelli (Ancona), dove sono state rinvenute le auto di Brunella e, a circa 600 metri di distanza, del figlio Simone Bartolucci, che è scampato al disastro.

Già da ieri le attività di vigili del fuoco, carabinieri e guardia di finanza, in particolare con i sommozzatori, si sono intensificate in quella zona. Per Mattia, al quale ieri il suo paese San Lorenzo in Campo (Pesaro Urbino) ha dedicato una fiaccolata, si cerca anche vicino al Ponte Burello, zona tra il ponte di Barbara e la parte di fiume più a valle dove sono state trovate le vetture. Ieri i funerali, tutti insieme, di 4 delle vittime nel campo sportivo di Pianello di Ostra, mentre un altro rito è stata celebrato a Trecastelli.

Una visita per essere vicini a coloro che hanno perso famigliari e anche ai feriti, sperando che ci sia rapidamente una riapertura delle attività produttive, delle scuole, un riavvio di una vita normale, e che l’esperienza vissuta in questo periodo ci faccia pensare all’importanza della prevenzione nella cura del territorio”. Così la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese a Barbara (Ancona) uno dei centri colpiti dalle esondazioni. La ministra si recherà poi a Ostra e Senigallia. La prima tappa il centro di coordinamento ricerche dei due dispersi, Mattia e Brunella. Presente anche il presidente della Regione Francesco Acquaroli.

“Mancata ‘manutenzione’ del territorio e mancata allerta? Su questo non mi posso esprimere, si vedrà nell’inchiesta”. Così la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ai cronisti, al centro coordinamento per le ricerche dei dispersi Mattia e Brunella, a Barbara (Ancona), uno dei centri più colpiti dall’alluvione. “Penso che in questo momento dobbiamo ringraziare i sindaci, avamposto nel territorio dello Stato, la protezione civile e coloro che hanno operato, le forze di polizia, per dare una mano nei soccorsi, per cercare di rendere meno gravoso sul territorio quello che è stato un evento imprevisto, eccezionale, alluvionale”

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.