Mangiafico (Civico 4): “Parcheggi, criticità e intralci alla serenità: un giro in auto tra viale Scala Greca e via Augusta”

“Avete mai avuto difficoltà a trovare un posto auto nella nostra città?”. Parte con una domanda retorica Michele Mangiafico, leader del movimento Civico 4, la denuncia video sui social, durante un giro per Siracusa nella zona alta. Partendo da viale Scala Greca, Mangiafico osserva che “le auto parcheggiate lungo la strada evidenziano come l’unico spazio pubblico disponibile per sostare sia proprio viale Scala Greca, fino all’inizio della pista ciclabile. Questa pista ciclabile fa parte dei ventuno chilometri realizzati dalle amministrazioni comunali presiedute da Francesco Italia”.

“A Siracusa, – ironizza Mangiafico – spesso non è chiaro come vengano decisi i punti di inizio delle piste ciclabili. Per esempio, in viale Scala Greca, la pista ciclabile inizia davanti a una farmacia, sottraendo così alla farmacia stessa una porzione di suolo pubblico che dovrebbe essere destinata a un posto auto al servizio dell’attività commerciale. Questo è in linea con una sentenza del 26 giugno 2020 del TAR di Catania contro il Comune di Catania, che ha stabilito che le farmacie devono avere un posto auto riservato e ha condannato il comune a individuarlo e a pagare le spese”.

La sentenza infatti  ha affermato il principio per cui  “..come ampiamente evidenziato dai difensori della ricorrente, la diffusa concessione di stalli di sosta per il parcheggio dei clienti nei pressi delle farmacie non costituisce una sorta di privilegio attribuito a tale genere tipo di esercizio commerciale, ma dipende dalla circostanza che i farmacisti sono concessionari di un pubblico servizio e, pertanto, pur esercitando la propria attività in forma privatistica, sono espressione della Pubblica Amministrazione in senso lato, di talché la loro attività necessita di forme particolari di tutela che, seppure possano anche costituire un beneficio per il titolare dell’esercizio, hanno l’essenziale finalità di consentire il miglior espletamento del servizio stesso in favore dell’utenza pubblica..”.

Ma non finisce qui la ricerca del posto auto di Michele Mangiafico: “Arrivati in via Augusta, la pista ciclabile si interrompe, mettendo a rischio la sicurezza dei ciclisti che si trovano a dover affrontare le difficoltà di questa strada per poi riprendere in viale Scala Greca, terminando alla Questura. Questo solleva interrogativi sulla pianificazione delle piste ciclabili a Siracusa, che oltre a sottrarre posti auto ai cittadini, spesso ai danni delle attività commerciali con funzione pubblica, sembrano essere state realizzate senza un criterio logico per quanto riguarda i punti di inizio e fine”.

Il movimento Civico 4 invita l’amministrazione comunale “a rivedere immediatamente il tratto di viale Scala Greca dove sono stati sottratti posti auto al servizio di un’attività commerciale che svolge una funzione pubblica. Questo per garantire che i cittadini possano trovare un parcheggio, anche solo per comprare un farmaco”.

Comments

comments

By Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala