Priolo, installazione artistica in viale Annunziata

Il coordinatore cittadino di Prospettiva Priolo dott. Carmelo Susinni, ha chiesto al Sindaco, di installare, a completamento della rotatoria di viale Annunziata la giara e il suo piedistallo con lavorazione di ferro battuto, attualmente rilocata in un’angolo di piazza dell’Autonomia Comunale. Il sindaco dott. Pippo Gianni, si è reso subito disponibile dando mandato agli uffici competenti per effettuare la nuova rilocazione della giara, a cui vanno anticipatamente i nostri ringraziamenti per la disponibilità. Si tratterebbe di riempire uno spazio urbano pubblico attualmente vuoto con una installazione artistica, risalente agli anni novanta acquistata dal Comune di Priolo Gargallo. Dare una collocazione a questa giara, assume un significato non solo urbanistico artistico di abbellimento del luogo dove verrà installata, ma anche un significato rappresentato da questo recipiente siciliano a partire dalla dominazione araba del IX secolo in Sicilia, in cui l’isola diventa produttrice esportandolo in tutte le città marinare italiane e poi in tutta Europa, i cui usi si sono diversificati nel corso della storia. Ma nella letteratura del novecento Luigi Pirandello, nella sua opera letteraria e teatrale “La Giara”, imprime a questo recipiente un significato simbolico sociale mettendo in discussione un tema di giustizia, il conflitto tra individuo e società, e come la ragione e il torto possono cambiare a seconda dei punti di vista dei protagonisti del racconto. L’uomo protagonista della “Giara” con la pretesa di essere sempre dalla parte della ragione, possessore di una verità acquisita come mezzo di difesa e di aggressione, un uomo per certi aspetti folle, affetto da una psicosi che lo separa e lo allontana dagli altri. Prospettiva Priolo vuole dare un significato di carattere sociale alla collocazione di questa giara, prosegue Susinni, il significato che la verità non si possiede, si incontra dialogando con l’altro, senza prevaricazione e senza disprezzo per il pensiero altrui, abbandonando il fondamentalismo del pensiero unico.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.