Siracusa, lavoratori dei vigili del fuoco sotto stress

Il segretario della funzione pubblica CGIL Dott.Francesco Nardi e il coordinatore provinciale CGIL vvf Sebastiano Azzaro denunciano una intollerabile situazione presso il comando provinciale di Siracusa, in quanto il Personale operativo è costretto a lavorare sotto stress per la mancanza di vigili e vigili qualificati. Nello specifico a fronte di una pianta organica teorica di 87 unità CR/CS nella realtà il numero dei capi partenza si riduce drasticamente a circa 60 unità; stesso discorso vale per la componente vigile, di gran lunga inferiore rispetto alla pianta organica. Tutto ciò gravando pesantemente sulla tenuta psico-fisica degli operatori del soccorso costretti il più delle volte a raddoppi di turni e a una non regolare turnazione nelle mansioni da svolgere mensilmente, soprattutto nel periodo estivo dove per l’elevato numero di interventi da effettuare di incendi di sterpaglie e vegetazione varia, il personale è costretto ad operare giornalmente allo stremo delle proprie forze.
Tra l’altro pare che quest’anno non sia stata ancora firmata nessuna convenzione tra Direzione Regionale vigili del fuoco e la Protezione Civile regionale che dotava il Comando Provinciale di Siracusa di 2 ulteriori squadre aggiuntive per il contrasto agli incendi boschivi e di interfaccia, inoltre gli stessi sindacalisti denunciano il mancato pagamento da parte del Dipartimento vigili del fuoco delle ore straordinarie effettuate nella campagna boschiva 2019.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.