Siracusa – Sais, dall’1 aprile app e infomobilità sugli smartphone, sindaco: avviata un piccola rivoluzione

Siracusa, 26 marzo ’24 – Il trasporto pubblico locale di Siracusa, gestito da Sais Autolinee, si è dotato di un app e di un sistema di infomobilità a supporto dei passeggeri. I due nuovi strumenti digitali, già attivi attraverso il sito dell’azienda di trasporto, saranno operativi dall’1 aprile e saranno meglio implementati nelle settima successive quando, sulle paline della fermate sarà montato il QR code che permette di utilizzare i servizi messi a disposizione degli utenti e di avere le informazioni per potersi muovere in città con i mezzi pubblici (i codici attualmente sono di piccole dimensioni e in alcuni casi sono posizionati troppo in alto).

Le novità sono state presentate stamattina nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco Francesco Italia, l’assessore Vincenzo Pantano, il direttore di Sais, Vincenzo Asaro, Davide Mangerini, responsabile software e servizi digitali della piattaforma Autoroute, il dirigente del settore Trasporti del Comune, Santi Domina, e il Rup Emanuele Fortunato.

L’app e il sistema di infomobilità sono rivolti a supporto degli utenti ma anche del personale che si occupa della gestione del servizio per migliorarne l’efficienza operando gli aggiustamenti necessari (per esempio in caso di incidenti o di deviazioni sul percorso) anche in funzione della domanda di mobilità e dei flussi di traffico. Il sistema digitalizzato è stato messa a punto da Autoroute, una piattaforma utilizzata da oltre 180 aziende che si occupano di trasporto persone e pubbliche amministrazioni in tutta Italia. L’infomobilità, in questa prima fase, è fruibile attraverso smartphone e tutti gli altri strumenti elettronici ma il passo successivo consentirà, inoltre, di accedere alle informazioni direttamente alle fermate.

«Sono convinto – ha affermato il sindaco Italia – che in meno di una anno abbiamo avviato una piccola rivoluzione nella direzione del perfezionamento di un servizio importante per i cittadini, della sostenibilità ambientale e verso l’abbandono dell’auto privata in favore del mezzo pubblico. Ogni progresso che facciamo migliora la mobilità e la qualità della vita dei siracusani e rende più efficiente il trasporto locale che, va ricordato, deve ancora progredire. Attraverso l’utilizzo dell’app ricaviamo preziose informazioni per portare i necessari aggiustamenti ma, comunque, sappiamo che dobbiamo aumentare il numero dei mezzi, dei percorsi e la frequenza dei passaggi. Tutto questo richiede del tempo e investimenti importanti».

In questo senso, il Comune sta facendo la sua parte. Entro poche settimane arriveranno tre nuovi bus elettrici, che si aggiungono ai due già operativi, e altri tre sono in fase di acquisto. L’Amministrazione, infatti, sta sfruttando le risorse che il ministero della Infrastrutture mette a disposizione ogni anno fino al 2034, destinati, oltre che ai bus, anche delle attrezzature a supporto del trasporto pubblico locale.

«In questa fase – spiega l’assessore Pantano –siamo dando priorità al potenziamento del servizio in termini di mezzi, di linee e di percorsi. Man mano che acquisiamo certezze su questi aspetti pensiamo pure a investire sull’acquisto delle pensiline da collocare alle fermate insieme alle infrastrutture di infomobilità, come avviene nella città che hanno un sistema di trasporto più avanzato del nostro».

Dal punto di vista del passeggero, oltre alla possibilità di visualizzare le linee e i percorsi e di acquistare on-line il biglietto (che oggi si può comprare anche in 58 punti vendita o direttamente sui mezzi tramite Pos), l’app consente di avere in tempo reale le informazioni principali per muoversi in città: quale bus prendere rispetto alla propria posizione; dov’è il mezzo e quanto tempo impiegherà per arrivare; qual è la fermata più vicina e la durata del tragitto. Con il passo successivo, gli utenti saranno messi in condizione di pianificare gli spostamenti tenendo conto degli orari e delle coincidenze, cosa che allo stato si può comunque fare utilizzando le mappe contenute nell’app.

Inoltre, presto sarà possibile acquistare biglietti e avere informazioni sul servizio a Siracusa utilizzando altre piattaforme on-line come Google maps, Get your guide, Trainline, Omio, Check my bus e Bus rapido.

Per quel concerne l’utilizzo del servizio, il giudizio di Sais è positivo. «I numeri che abbiamo elaborato sono confortanti così come le performance sono di buon livello. Riceviamo feedback positivi e, con le nuove iniziative che stiamo mettendo in campo andrà sempre meglio», ha detto il direttore Asaro, che poi ha illustrato i dati.

Dal 15 maggio del 2023 fino allo scorso 15 marzo, i passeggeri trasportati sono stati 404 mila 343 a cui, da ottobre, si sono aggiunti 13.345 studenti; sono 80 mila 632 le corse effettuate e 708 mila 620 i chilometri percorsi. Gli utenti sono prevalentemente concentrati nella fascia dalle 8 alle 10, nella misura del 18 per cento; l’88 per cento usa il Tpl dalle 6 alle 18 e il 70 per cento dei passeggeri è distribuito nelle altre fasce orarie. Dal 2 ottobre al 15 marzo, le linee più utilizzate sono state la 121 e la 122 per Cassibile (18,2 per cento) seguite dalla 101 per Grottasanta (9,7) e dalla 123 che collega le contrade marine (6,3); la 125 per Belvedere è fruita dal 4,6 per cento degli utenti.

Quanto alla tipologia dei titoli di viaggio, l’abbonamento è stato scelto finora dal 30 per cento dei passeggeri; per quel che riguarda i biglietti, sono ampiamente preferiti quelli di corsa singola (71 per cento) seguiti dai giornalieri.

Comments

comments

By Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala