giudizio

Piazza d’Armi, il Comune si costituisce in giudizio

Piazza d’Armi, il Comune si costituisce in giudizio

La discussione sul punto di ristoro della Piazza d’armi si è basata su interpellanza con la quale Castagnino chiedeva all’Amministrazione di relazionare, anche per iscritto, sulla vicenda. In particolare, si chiedeva “se una variante al progetto, sia rispettosa del bando di assegnazione dell’area, variante che ha portato all’acquisizione dei requisiti necessari ad ottenere la concessione esistente”. Il consigliere si è pure occupato della sospensiva della chiusura concessa dal Tar ai gestori dell’attività auspicando l’opposizione del Comune contro la decisione. Sul punto è intervenuto il vice sindaco, Giovanni Randazzo, che ha confermato la costituzione dell’Ente in giudizio. Finito di trattare l’argomento l’Aula ha deciso di…
Read More
“Sistema Siracusa”: la Procura di Messina ha chiesto il rinvio a giudizio per 13 indagati

“Sistema Siracusa”: la Procura di Messina ha chiesto il rinvio a giudizio per 13 indagati

È stata fissata per il 2 agosto l’udienza preliminare sul “Sistema Siracusa”. Dovrà essere deciso il rinvio a giudizio o meno per 13 degli indagati. I Pubblici Ministeri Antonio Carchietti e Antonella Fradà hanno stralciato le posizioni degli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore e hanno chiesto il rinvio a giudizio di tutti gli altri indagati coinvolti nell’inchiesta della Procura peloritana. I Pm mirano al rinvio a giudizio degli imputati prima del 6 agosto, giorno in cui scadono i termini delle misure cautelari. Stralciate le posizioni dei Pubblici Ministeri Marco Di Mauro e Maurizio Musco, di Raffaele Maria De Lipsis e Concetta Frontino, sulle quali le indagini…
Read More
Firmopoli, la Procura chiede il giudizio per 13 persone

Firmopoli, la Procura chiede il giudizio per 13 persone

Si attende la fissazione dell’udienza preliminare per discutere sulla richiesta di rinvio a giudizio che la Procura aretusea ha chiesto per 13 fra politici, amministratori e funzionari pubblici, coinvolti nell’inchiesta cosiddetta “Firmopoli”, legata a irregolarità nella sottoscrizione delle firme per la presentazione delle liste alle elezioni amministrative del 2013. A coordinare le indagini è il procuratore capo Francesco Paolo Giordano, che ha trasmesso al gup del tribunale, Carmen Scapellato, l’istanza che riguarda le posizioni del sindaco Giancarlo Garozzo, dell’ex assessore comunale Emanuele Schiavo, degli attuali consiglieri comunali Luciano Aloschi e Salvatore Sorbello, degli ex consiglieri comunali Sebastiano Di Natale, Natale Latina, Riccardo Cavallaro, dei…
Read More
No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala