Covi Sicilia – Sono 1.120 i contagi e 19 vittime nelle ultime 24 ore

Sono 1.120 i nuovi positivi al Covid in Sicilia su 16.541 tamponi processati, con una incidenza del 6,8% per effetto del basso numero di tamponi. La Regione resta settima per numero di contagi giornalieri.

Vittime, guariti e positivi

Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 9 e portano il totale a 5.038. Il numero degli attuali positivi è di 22.971 con un incremento di 780 rispetto a ieri; i guariti sono 331.

Situazione negli ospedali

Negli ospedali i ricoverati sono 1.319, tre in più rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 171, 7 in più rispetto a ieri.

Situazione nelle singole province

La distribuzione tra le province, Palermo registra 431 nuovi positivi,  Messina 162, Siracusa 142, Catania 112, Agrigento 66, Trapani 65, Ragusa 64, Caltanissetta 49,  Enna 29.

Rifiuto del vaccino

“In Sicilia c’è l’80% di rinuncia del vaccino AstraZeneca. Su 100 persone, 80 dicono di no”. Lo ha detto a Catania il presidente della Regione Nello Musumeci. “E’ naturale – ha aggiunto – che la condizione di allarme sia particolarmente elevata, ma abbiano il dovere di credere agli scienziati che dicono che è più pericoloso non vaccinarsi piuttosto che vaccinarsi”.

“Per poter uscire da questo tunnel e smetterla di dichiarare zone rosse c’è una sola soluzione: immunizzare la comunità siciliana, sottoporla a vaccino ed è quello di cui ci stiamo occupando”, ha concluso.

Acireale -Prima somministrazione ieri in reparto “semintensiva

Covid -Al via, nell’ospedale di Acireale, la terapia con anticorpi monoclonali contro Covid-19. La prima somministrazione è avvenuta ieri nel reparto di terapia semintensiva Covid, diretto da Giuseppe Rapisarda, a un paziente con Covid, le cui condizioni cliniche rientravano nei requisiti previsti per il trattamento.

Trascorso il periodo di osservazione, senza alcuna complicanza, è ritornato al Covid Hotel. Soddisfazione e apprezzamento sono espressi dalla Direzione strategica dell’Asp di Catania: «Un esempio concreto che rivela ancora una volta l’importanza del tracciamento e del lavoro sinergico fra Ospedale e Territorio.
Ringraziamo gli operatori per la professionalità e la capacità di fare squadra. Una rete assistenziale solida e moderna è garanzia di salute per i cittadini»111 aprile 2021

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.