La denuncia del pediatra Rotondo: “Rischio paralisi nelle scuole”


La regolare attività scolastica potrà essere a grave rischio se, a seguito dell’applicazione delle linee guida emesse dal ministero della pubblica istruzione per contrastare il virus SARS COV2, non si organizza un adeguato e rapido percorso di somministrazione e processazione dei tamponi diagnostici di Covid 19.
Col sopraggiungere della stagione autunnale ed invernale ci troveremo a dover affrontare, oltre la classica epidemia influenzale, anche le ricorrenti infezioni respiratorie a cui vanno incontri molti bambini durante tale periodo. Molti genitori di bambini di età che va dai 2 ai 6-7 anni e che frequentano asili o scuole primarie, sanno della facilità che hanno questi bambini di contrarre infezioni che presentano febbre, tosse, rinorrea, faringe arrossato, otite etc. Questi sintomi sono tipici di infezioni, quasi sempre virali (rhinovirus, virus parainfluenzale ed altri), che si contraggono in modo particolare nelle comunità. Quasi tutti questi sintomi sono però anche sintomi dell’infezione da virus SARS COV2.
Cosa ne consegue da tutto ciò? Che fra qualche settimana ci saranno decine e decine di bambini, probabilmente centinaia, che giornalmente, presentando i sintomi di cui sopra, avranno l’indicazione del pediatra curante di essere sottoposto al tampone diagnostico per il COVID 19, unico modo per poterne certificare l’esclusione.
So che la FIMP, l’organizzazione dei pediatri di famiglia, già da tempo ha posto il problema.
La nostra ASP si è organizzata per poter dare seguito a queste richieste? E’ evidente che le USCA non potranno sostenere, oltre ai loro compiti istituzionali, un simile carico.
Non sarebbe il caso di predisporre al più presto delle strutture nel territorio, possibilmente riservata all’utenza pediatrica, in cui poter eseguire quei tamponi rapidi che dovrebbero essere già nella disponibilità dell’Azienda?

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.