Piste ciclabili, per Siracusa Attiva in Movimento c’è un errore


Tra quattro giorni, il 24 di Agosto, inizieranno i lavori per la realizzazione di un tratto di circa 23 km di quelle che il Comune definisce molto ottimisticamente “piste ciclabili”. Il finanziamento di questa prima tranche di circa 280mila euro arriva grazie ai fondi finanziati dal decreto rilancio.
Queste somme, come descritto nei comunicati ufficiali, serviranno per realizzare delle corsie riservate alle biciclette che connetteranno le zone periferiche e più popolate della città con la pista ciclabile Maiorca “.
Apprendiamo inoltre sempre dagli organi di stampa che questa prima fase di lavori prevede unicamente la delimitazione dei percorsi attraverso la semplice apposizione di segnaletica orizzontale e verticale. Nulla di più errato! Non vogliano apparire come delle cassandre ma esempi concreti e sciagurati di una simile realizzazione senza alcuna apposizione di cordoli di separazione che tutelino i ciclisti, hanno dimostrato quanto pericolosa sia una simile realizzazione. Realizzare delle piste ciclabili in tutta sicurezza non vuol dire semplicemente posizionare qualche cartello verticale delle rastrelliere e delle strisce di vernice sull’asfalto che alle prime pioggie invernali spariranno.
Sarebbe a nostro avviso più opportuno impiegare queste prime somme per realizzare in maniera completa e sicura un tratto più breve ma con tutte le caratteristiche di sicurezza necessarie più che mai alle nostre latitudini.
Tra pochi mesi l’usura dell’asfalto renderà questo investimento del tutto non proficuo.
Speriamo che questo nostro contributo possa essere recepito da chi sta per iniziare questo percorso, in linea di principio virtuoso, per far si che nella realtà dei fatti non si realizzino delle semplici strisce sull’asfalto destinate a “parcheggio temporaneo” di auto o, ancor peggio, a non tutelare i ciclisti che le impegneranno.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.