Siracusa. Manutenzione scuole, piano straordinario del Ministero dell’Istruzione

Distacchi di cornici ed intonaci, cedimenti di controsoffitti: buona parte delle scuole siracusane è coinvolta in problemi di manutenzione, che si aggravano a causa della carenza di fondi pubblici. A Comuni ed ex Provincia Regionale possono intervenire grazie al piano straordinario di prevenzione del Ministero dell’Istruzione. Potrà contare su uno stanziamento di 66 milioni di euro, fondi da assegnare agli enti locali proprietari di immobili pubblici adibiti ad uso scuola per la verifica della solidità delle strutture.

“Il bando di finanziamento, pubblicato sul sito del Miur – fa notare il parlamentare del M5S Paolo Ficara – prevede due linee di intervento. La principale per le indagini diagnostiche che permetteranno di conoscere lo stato di salute degli edifici scolastici. Poco meno di 26 milioni di euro serviranno per finanziare gli eventuali interventi urgenti di messa in sicurezza delle strutture, dopo le verifiche. In particolare, il 70% delle risorse sarà riservato a Comuni o alle Unioni di Comuni, mentre la restante parte sarà ad appannaggio di Province e Città Metropolitane”, spiega Ficara.

I Comuni siracusani e il Libero consorzio devono presentare la loro istanza entro le 15 del 29 novembre. Le domande saranno selezionate sulla base della vetustà degli immobili, con particolare riferimento agli edifici costruiti prima del 1970, della zona sismica, della popolazione scolastica coinvolta, della tipologia costruttiva dei solai, dell’assenza di finanziamento negli ultimi cinque anni per interventi strutturali o per indagini diagnostiche, eventuale quota di cofinanziamento. Queste somme sono parte di interventi maggiori, ma sono soldi messi subito a disposizione per indagini strutturali sugli edifici.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.