Atzmaut

J’accuse!

J’accuse!

Il Giorno della Memoria e la guerra scatenata dal terrorismo non sono concatenati, come molti tentano di fare. La politica non deve infierire contro una data storica, la situazione in atto in Medioriente oggi non ha nulla da spartire con il 27 gennaio. Alcune teste calde pensano però di potere continuare ad offendere il Popolo Ebraico e tutti coloro che credono nella democrazia. Chi come me è cresciuto in una famiglia obbligatoriamente antifascista, con i suoi 41 consanguigni uccisi dal nazifascismo solo “perché nati ebrei”, si ritrova sballottato nelle credenze ereditate e mortificato da vecchie amicizie. Si tratta di affiatamenti…
Read More
Medio Oriente – Cento giorni di guerra. Netanyahu: ‘Nessuno ci fermerà’

Medio Oriente – Cento giorni di guerra. Netanyahu: ‘Nessuno ci fermerà’

Cento giorni di guerra tra Hamas e Israele a Gaza. Cominciato con il massacro nei kibbutz del 7 ottobre, il conflitto non ha al momento in vista alcuna tregua possibile. Benyamin Netanyahu è chiaro: "Nessuno ci fermerà, nemmeno L'Aja o l'asse del male" e Israele non scenderà a "compromessi" (come un cessate il fuoco) se non con la "vittoria totale" nella battaglia contro Hamas. Il premier ha ammonito che la guerra continuerà finché non saranno raggiunti "tutti gli obiettivi" e infatti i raid continuano pesanti sulla striscia con Hamas che denuncia 60 morti solo la scorsa notte. Nonostante le trattative, sponsorizzate…
Read More
Auguri di Shalom

Auguri di Shalom

La Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ha dichiarato: A Papa Francesco, alle Chiese in Italia, ai fratelli e le sorelle di fede cristiana Auguriamo che questo Natale sia un giorno di speranza nel quale tramandare il senso di una fede religiosa che rende la vita non solo il miracolo di una nascita, ma che considera la responsabilità di quella che prosegue ogni giorno. Che sia un giorno nel quale si affermi la fede che protegge la famiglia e le comunità, ben lontana da ogni forma di abuso e distorsione della fede, propria o altrui, nel nome di D-O per…
Read More
Daniela Santus: “La coraggiosa risposta di un’accademica ad un appello farcito da falsità ideologiche e storiche”

Daniela Santus: “La coraggiosa risposta di un’accademica ad un appello farcito da falsità ideologiche e storiche”

La coraggiosa risposta di un’accademica ad un appello farcito da falsità ideologiche e storiche, ecco l'appello per il quale gli accademici italiani hanno chiesto la mia firma: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSft18atRcR4SkUW-7m-afrlizNim7y9YdWPC02cJg5-DJHOaA/viewform E qui la mia risposta: Gentili Colleghe e Colleghi, mi chiedete di firmare per l’immediato cessate il fuoco nella guerra tra Hamas e Israele. Avrei accolto la proposta se aveste chiesto: 1) l’immediata firma di un trattato di pace con Israele, per far finalmente decollare il progetto “due Stati per due Popoli” 2) l’immediata liberazione di tutti gli ostaggi. Certo, chi ha scritto l'appello ha citato la “brutale aggressione” di Hamas sulla…
Read More
Medio Oriente –  Bombe a nord di Gaza, 17 morti ‘Hamas potrebbe liberare 50 ostaggi con doppia nazionalità’

Medio Oriente – Bombe a nord di Gaza, 17 morti ‘Hamas potrebbe liberare 50 ostaggi con doppia nazionalità’

10:34 Inviato cinese, rischio conflitto ai confini con Israele La Cina considera la situazione a Gaza "molto seria" per il rischio di "un crescente conflitto terrestre" su larga scala e la diffusione di scontri armati lungo i confini vicini. E' la valutazione dell'inviato speciale per il Medio Oriente Zhai Jun che, in visita nell'area, che ha partecipato sabato alla conferenza di pace del Cairo. Gli effetti di ricaduta nella regione e a livello internazionale si stanno ampliando, ha aggiunto Zhai nel resoconto del network statale Cctv, dato che il conflitto lungo i confini israelo-libanese e israelo-siriano si sta diffondendo, "rendendo…
Read More
Sono inGAZAto

Sono inGAZAto

È sempre più difficile scrivere in questi momenti, soprattutto perché bisogna modificare le radici del giornalismo, che lo impostavano sulla necessità dello scrivere per chi non conosceva un determinato argomento, mentre oggi, a seguito di una grande trasformazione svoltasi nei decenni, è necessario scrivere per chi conosce ma dice di non averlo mai saputo. Nel mondo politico italiano odierno, troviamo una – apparente – sinistra per la quale non è solo necessario schierarsi con i palestinesi, ma anzitutto essere contro Israele. La persona uccisa per mano di Hamas resta uno che se le era andata a cercare, come i bambini…
Read More
No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala