gaza

L’Iran promette che interverrà a qualsiasi incursione

L’Iran promette che interverrà a qualsiasi incursione

Il ministro degli Esteri britannico David Cameron ha detto mercoledì che Israele "sta prendendo la decisione di agire" in risposta all'attacco missilistico e drone iraniano durante il fine settimana, mentre l'Iran ha avvertito che anche la "più piccola" invasione del suo territorio porterebbe una risposta "massiccia e dura". Israele ha promesso di rispondere all'attacco senza precedenti dell'Iran senza dire quando o come, lasciando la regione a prepararsi per un'ulteriore escalation dopo mesi di disordini legati alla guerra in corso a Gaza. Gli alleati più stretti di Israele, tra cui gli Stati Uniti e il Regno Unito - che l'hanno aiutato…
Read More
Guerra a Gaza, Biden: “Israele accetti la tregua”

Guerra a Gaza, Biden: “Israele accetti la tregua”

"Non ci sono scuse" per non inviare aiuti umanitari nella Striscia di Gaza. "Quello che chiedo è che gli israeliani chiedano un cessate il fuoco, che consentano per le prossime sei, otto settimane l'accesso totale a tutto il cibo e alle medicine che entrano nel Paese", ha detto il presidente Usa. Il ministro degli Esteri irlandese Martin ha confermato che Dublino si appresta a riconoscere uno Stato palestinese. Il ministro della Difesa israeliano Gallant smentisce Netanyahu: nessuna data fissata per Rafah.
Read More
Tregue a Gaza, le truppe Israeliane si ritirano

Tregue a Gaza, le truppe Israeliane si ritirano

Ancora una 'fumata nera' dai negoziati per un cessate il fuoco a Gazae un accordo per il rilascio degli ostaggi. Nonostante l'ottimismo dell'Egitto, che ha parlato stamane di "progressi significativi su diversi punti controversi", le delegazioni hanno lasciato la capitale egiziana ancora una volta senza un accordo. Sicuramente ha lasciato il campo negoziale la rappresentanza di Hamas, ma secondo 'Times of Israel' anche le delegazioni Usa e israeliana starebbero per partire dalla capitale egiziana "nelle prossime ore". Luci e ombre sull'esito della 24 ore cairota. Se l'Egitto resta ottimista e parla di 'progressi' in un documento finale, Israele e Hamas…
Read More
Attacco a Gaza, uccisi operatori umanitari

Attacco a Gaza, uccisi operatori umanitari

Sette operatori umanitari, tra cui alcuni stranieri, sono stati uccisi in un attacco israeliano a Deir el-Balah, nella striscia di Gaza. Tra le vittime ci sono cittadini polacchi, australiani e britannici. Nell'attacco, che ha colpito l'auto su cui viaggiavano i cooperanti, è rimasto ucciso almeno anche un palestinese. Un'altra vittima aveva doppia cittadinanza, di Usa e Canada. Si ritiene che siano i primi operatori umanitari stranieri ad essere uccisi a Gaza dall'inizio della guerra. L'ong, che insieme alla spagnola Open Arms ha portato il primo carico di aiuti dal mare a Gaza City, ha annunciato di aver sospeso le operazioni…
Read More
Possibile colloquio lunedì a Washington tra americani e israeliani

Possibile colloquio lunedì a Washington tra americani e israeliani

Potrebbero tenersi già lunedì prossimo, 1 aprile, a Washington, colloqui di alto livello tra funzionari statunitensi e israeliani su possibili operazioni militari a Rafah. Lo riferisce la Cnn, citando funzionari statunitensi, secondo i quali, comunque, la data non è stata confermata. Il premier israeliano Benjamin Netanyahu aveva interrotto le interlocuzioni in programma questa settimana, dopo che gli Usa si erano rifiutati di porre il voto su una risoluzione dell'Onu sul cessate il fuoco a Gaza e sul rilascio degli ostaggi ancora nelle mani di Hamas. Secondo quanto riferito dai funzionari alla Cnn, la delegazione israeliana ha proposto di riprogrammare i…
Read More
La carestia di Gaza potrebbe portare una sentenza di genocidio contro Israele

La carestia di Gaza potrebbe portare una sentenza di genocidio contro Israele

A gennaio, la Corte internazionale di giustizia ha risposto a una petizione che le chiedeva di dichiarare che la campagna di Israele a Gaza equivaleva a un genocidio. Con delusione del firmatario, il Sudafrica, la corte sembrava concludere che la campagna di Israele non era intrinsecamente genocida, affermando essenzialmente il principio del diritto di Israele all'impegno militare per scopi come l'autodifesa, il perseguimento di terroristi e il salvataggio degli ostaggi. La Corte ha anche rifiutato di chiedere un cessate il fuoco, cosa che le era stata anche chiesta di fare. La corte ha concluso, tuttavia, che era "plausibile" che si…
Read More
Guerra in Medio Oriente, Biden si rivolge a Netanyahu sugli effetti della guerra

Guerra in Medio Oriente, Biden si rivolge a Netanyahu sugli effetti della guerra

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu "sta facendo più male che bene a Israele" attraverso la sua condotta della guerra a Gaza. Lo ha detto Joe Biden in una intervista a Msnbc. "Ha il diritto di difendere Israele, il diritto di continuare ad attaccare Hamas. Ma deve, deve, deve prestare maggiore attenzione alle vite innocenti perse a causa delle azioni intraprese", ha ammonito. "Secondo me sta facendo più male che bene a Israele", ha aggiunto. Joe Biden ha fatto dichiarazioni apparentemente contradditorie alla Msnbc sull'esistenza di una sua linea rossa per Benjamin Netanyahu. Alla domanda se l'invasione di Rafah sia una…
Read More
A Gaza ancora la guerra continua, Erdogan: Netanyahu è come Hitler

A Gaza ancora la guerra continua, Erdogan: Netanyahu è come Hitler

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu come i più sanguinari dittatori della storia e la Turchia che rimane "fermamente" al fianco dell'organizzazione palestinese Hamas. È l'ultimo attacco del presidente turco Recep Tayyip Erdogan nei confronti di Israele, parole al vetriolo pronunciare questa mattina per ribadire che la Turchia rimane al fianco dei palestinesi e chiedere che il governo israeliano paghi dinanzi alla legge per i crimini commessi. "Netanyahu e il suo governo con i crimini commessi a Gaza hanno scritto il loro nome a fianco di Hitler, Stalin e Mussolini, sono i nazisti dei giorni nostri", ha detto Erdogan prima di…
Read More
Medio Oriente – Cento giorni di guerra. Netanyahu: ‘Nessuno ci fermerà’

Medio Oriente – Cento giorni di guerra. Netanyahu: ‘Nessuno ci fermerà’

Cento giorni di guerra tra Hamas e Israele a Gaza. Cominciato con il massacro nei kibbutz del 7 ottobre, il conflitto non ha al momento in vista alcuna tregua possibile. Benyamin Netanyahu è chiaro: "Nessuno ci fermerà, nemmeno L'Aja o l'asse del male" e Israele non scenderà a "compromessi" (come un cessate il fuoco) se non con la "vittoria totale" nella battaglia contro Hamas. Il premier ha ammonito che la guerra continuerà finché non saranno raggiunti "tutti gli obiettivi" e infatti i raid continuano pesanti sulla striscia con Hamas che denuncia 60 morti solo la scorsa notte. Nonostante le trattative, sponsorizzate…
Read More
No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.
× Segnala