UGL Chimici: Siglato accordo per il premio di risultato all’Istituto Poligrafico e Zecca di Stato (IPZS)

È stato sottoscritto l’accordo per il PDR (Premio di Risultato) per il triennio 2022-2024 alla IPZS (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato). Si applicherà ai dipendenti del Gruppo che impiega oltre 1700 unità in Italia.

Dopo l’accordo ponte per l’anno 2021, sottoscritto in virtù della pandemia, tale protocollo prevede l’incremento di circa il 10% sul precedente accordo e si basa su quattro parametri: redditività, produttività, aree di business e assenze.

Inoltre il nuovo premio prevede:
– Aumento di 80 euro del premio base parametrato alla categoria B2 rispetto alla proposta iniziale (da 140 a 220 euro diviso in tre tranche annuali: € 60 nel 2022 – € 70 nel 2023 € 90 nel 2024);
– Riconoscimento del 60% del premio ai lavoratori somministrati (obiettivo EBITDA + obiettivo Produttività);
Inoltre sono stati aggiornati i parametri degli obiettivi delle diverse Direzioni da raggiungere:
a) DSSI: modifica bimestri di confronto e riduzione dal 60% al 50% di aumento rispetto al bimestre di riferimento;
b) IT: Riduzione da 99,85 a 99,80 del parametro da raggiungere (uptime) sugli stessi livelli dello scorso anno;
c) ASSENZE: Esclusione permessi inserimento nido ed eliminazione del limite di permessi per donazione sangue, con l’impegno di programmare le giornate di donazione in giorni differenti del venerdì.
Il peso del parametro legato alle assenze è stato ridotto dal 22% al 10% rispetto al precedente accordo.

È stato anche sottoscritto il Welfare puro che deriva dagli importi dei premi non erogati negli anni precedenti ai lavoratori che hanno superato il limite di assenza e quindi accantonato in un fondo. La somma stabilita è superiore al 30 percento rispetto all’anno precedente.
Si tratta di un accordo importante che viene siglato in un periodo storico molto particolare, dopo la pandemia e ora la crisi energetica causata dalla guerra russo-ucraina. L’IPZS è un’azienda strategica per il paese – spiega il Segretario dell’UGL Carta e Stampa Enzo Valenteche deve rimanere tale e l’accordo mette le basi per un futuro positivo”.
Un deciso miglioramento per le condizioni contrattuali dei lavoratori – aggiunge il Segretario Generale dell’UGL Chimici Luigi Ulgiatiperché tiene contro dell’inflazione, dell’aumento dei costi della vita, soprattutto in questo periodo di innalzamento esponenziale dei prezzi, e mette al sicuro il presente dei dipendenti e delle loro famiglie, per questo ci riteniamo soddisfatti”. 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.