Carmelo Pittò nuovo segretario generale della Femca Cisl Ragusa Siracusa


È Carmelo Pittò, 60 anni, il nuovo segretario generale della Femca Cisl Ragusa Siracusa. È stato eletto, questa mattina, alla presenza del segretario nazionale della Femca, Sebastiano Tripoli, del segretario generale regionale di categoria, Franco Parisi, che ha presieduto i lavori, del segretario regionale della USR Cisl, Paolo Sanzaro, e della segretaria generale della UST Ragusa Siracusa, Vera Carasi.
Al termine dei lavori del Consiglio generale, convocato nella sala Baranzini del Santuario della Madonna delle Lacrime, sono stati eletti anche Luca D’Elia, quale segretario generale aggiunto, e Alessandra Bosco che completano, così, la segreteria territoriale.
Carmelo Pittò succede ad Emanuele D’Ignoti Parenti, dal 10 dicembre scorso componente della segreteria confederale della UST territoriale che, con il suo arrivo quale responsabile del settore industria, si è data una composizione che ha l’intento dichiarato di valorizzare, tra l’altro, la indubbia vocazione industriale del nostro territorio.
“Si va nel segno della continuità – ha detto Pittò subito dopo la sua elezione – Continuiamo ad essere una segreteria vicina ai lavoratori sempre in prima linea per aiutare e risolvere i problemi di ogni singolo lavoratore.
La Femca è, da sempre, un sindacato di grande responsabilità e di equilibrio – ha continuato il neo segretario – bisogna entrare nei meccanismi aziendali, capire come si muovono le aziende per poter incidere e per avere un ruolo da protagonisti e non da spettatori. Solo in questo modo potremo riprenderci il futuro.
Continuiamo a dialogare con le aziende e con la politica per creare nuove opportunità di lavoro, perché il ricambio generazionale non sia costretto ad abbandonare il territorio cercando fortuna altrove.”
Carmelo Pittò ha voluto evidenziare l’importanza dell’ambiente e della sicurezza. “Due temi – ha sottolineato – importantissimi e verso i quali non dobbiamo abbassare la guardia. Dobbiamo continuare ad impegnarci per migliorare la vita degli addetti e delle popolazioni limitrofe agli insediamenti industriali.
A questo – ha concluso il nuovo segretario generale della Femca Ragusa Siracusa – dobbiamo aggiungere una serie di investimenti mirati necessari per un rilancio della zona industriale; tanto è stato fatto dai primi insediamenti ad oggi, tanto c’è ancora da fare per migliorare e restare competitivi nei mercati.”
Un ruolo centrale, quello della Femca all’interno della confederazione, che è stato ribadito da Vera Carasi.
“Recentemente, nel corso di un affollato convegno, – ha ricordato la segretaria generale della UST – Confindustria ha sottolineato la rilevanza ed il valore del capitale umano rappresentato dalle 8.000 persone, tra occupati diretti ed indiretti che lavorano nelle aziende, con conoscenze e competenze ingegneristiche di assoluto livello e una manodopera altamente specializzata.
Un numero importante, certamente. – ha concluso la Carasi – Un numero che vorremmo composto totalmente da maggiori certezze e rispetto pieno della dignità di ogni lavoratore. La Femca è garanzia di presenza nei luoghi di lavoro e parte fondamentale dell’intera organizzazione.”

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.