Politica – Melilli, amministrative: guerra senza esclusione di colpi

L’intervento – a cura di Concetto Alota –

Insiste una guerra senza quartiere, senza tregua fino alla vittoria finale già da tempo, tra l’attuale sindaco di Melilli Giuseppe Carta e l’ex deputato regionale Pippo Sorbello; quest’ultimo per riprendersi la poltrona di primo cittadino ha messo in moto una potente macchina elettorale, con tanti elettori impegnati in prima persona, mentre Carta lotta per un secondo mandato. Ma a Melilli la temperatura politica si è alzata e di tanto, oltre ogni limiti e senza esclusione di colpi, con la prevedibilità di esposti ad hoc in Procura, con accuse, dossier e documenti “scottanti”.   

Un groviglio di accordi e schieramenti che assume un forte valore politico in tutta la provincia di Siracusa, con probabili effetti riguardanti il risultato in fallimenti e vittorie tra mille sfaccettature e tanti risvolti ancora tutti da scoperchiare. Ma qualcuno avrebbe insinuato della possibile rinuncia alla ricandidatura (non confermata) dell’attuale sindaco di Melilli, Carta.

Nei comuni dove si vota Melilli, Avola, Canicattini, Cassaro e Solarino, non ci sarebbero liste di partiti ma solo “raggruppamenti”, con esponenti di partito presenti in liste alternative che vivono nella vecchia politica incrociata con allo sfondo il risultato, a prescindere alle idee politiche, ormai scomparse da tempo. Insomma, comunisti, democristiani e politici “avariati”, tutti nella stessa barca elettorale, dopo oltre mezzo secolo di lotte senza quartiere.

Pippo Sorbello è sostenuto fortemente anche dal Sindaco di Priolo Pippo Gianni; quest’ultimo con propositi per la ricandidatura alle Regionali, con un’attività forte e penetrante, come nel suo stile, che si conforma nelle alleanze a tappeto in lungo e in largo in maniera massiccia. Anche in questo contesto negli ambienti politici si parlerebbe di tanti buoni e vincenti accordi politici, ma anche d’immaginabili esposti in Procura.

L’Organizzazione Siciliana Ambientale, con Fabio La Ferla in testa, appoggia il candidato a sindaco di Melilli, Sorbello. Lo scenario politico su Melilli si allarga con l’onorevole Daniela Ternullo che sostiene Sorbello, ma Forza Italia la rimuove da commissario cittadino del partito. La decisione è stata comunicata dal commissario provinciale, Bruno Alicata che ha motivato la decisione con il fatto che la Ternullo stia appoggiando Pippo Sorbello da candidato a sindaco di Melilli.

“Come è noto, Forza Italia a Melilli darà sostegno al sindaco uscente Giuseppe Carta. L’appoggio politico – scrive in una nota Bruno Alicata – ufficializzato dall’on. Daniela Ternullo ad altro candidato, pone la stessa in aperto contrasto con le indicazioni del partito, rendendola, pertanto, incompatibile col ruolo sin qui ricoperto di Commissario cittadino del partito. Ruolo da oggi revocato e ricoperto ad interim dal sottoscritto, essendo venuto meno il rapporto fiduciario sin qui intercorso con la suddetta”.

Anche ad Avola a situazione non cambia; infatti Ternullo ha manifestato la propria contrarietà alla candidatura a sindaco di Rossana Cannata, deputata regionale di Fratelli d’Italia e sorella del sindaco uscente Luca Cannata, sorretta da una coalizione di Centrodestra che vede dentro FdI, Forza Italia, Cantiere popolare, Diventerà Bellissima e la Nuova Dc di Totò Cuffaro.

Ma la strategia dei colpi bassi non è sempre indolore. Anche se le accuse mosse si rivelassero falsi, per l’accusato, di qualsiasi colore politico di appartenenza, rimarrà comunque l’ombra negativa. Per correttezza e logica deduzione, chi vuole denunciare eventuali reati, vada in Procura anziché tentare di svilire il “nemico” in prossimità di una campagna elettorale. La lotta politica da queste parti non conosce più esclusione di colpi.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.