Siracusa smart city, è possibile? Ecco le risposte di Civico 4

Siracusa 12 settembre 2022. Una mattinata all’insegna della cultura applicata nel segno dell’innovazione digitale. Idee, progetti, proposte sono venute fuori durante l’incontro di sabato scorso organizzato dal movimento “Civico 4” all’hotel Alfeo dal titolo “viaggio nel futuro, smart city e Pa”.
I più giovani del movimento hanno raccontato le proprie esperienze confermando che a Siracusa esistono ancora ragazzi con elevate competenze che voglio spendere sul territorio.
Il leader di “Civico 4”, Michele Mangiafico, ha lasciato spazio proprio a loro per le proposte da elaborare sull’argomento. Dopo l’intervento di Angelo Alù, autore del libro “Viaggio nel futuro. Verso una nuova era tecno-umana” (in quale contesto di riferimento si colloca il Comune di Siracusa?), è toccato a Federica Giaquinta, consigliere direttivo presso Internet Society Italia e vicepresidente di “Generazione Y” (obiettivi mancati e appunti di viaggio per il 2023), esporre il decalogo elaborato della strategia digitale per la città:
  1. Riordino del quadro normativo vigente, abrogazione di tutti i Regolamenti comunali che contengono disposizioni obsolete e contestuale adeguamento delle discipline al progresso tecnologico in tutti i settori collegati all’innovazione;
  2. Modifica dello Statuto comunale per l’introduzione del diritto di accesso ad Internet;
  3. Approvazione del Regolamento comunale OpenData relativo alla pubblicazione, alla facoltà di accesso telematico e al riutilizzo dei dati pubblici;
  4. Organizzazione di programmi di alfabetizzazione informatica, per promuovere le competenze ICT con particolare attenzione nei confronti dei soggetti a rischio di esclusione digitale;
  5. Istituzione dell’Anagrafe Pubblica di tutti gli Eletti, disponibile in formato standard aperto, comprensiva degli atti presentati con i relativi iter fino alla conclusione e promozione di progetti innovativi in materia di OpenGov e democrazia partecipativa;
  6. Adozione di soluzioni Open Source a codice sorgente aperto e acquisizione di software liberi nello svolgimento delle attività̀ amministrative per favorire la sicurezza e l’accessibilità al patrimonio informativo pubblico;
  7. Promozione del consumo energetico intelligente mediante l’utilizzo di infrastrutture tecnologiche in grado di assicurare il fabbisogno energetico efficiente degli edifici, nel rispetto degli obiettivi previsti dalla Strategia europea;
  8. Predisposizione di un piano di governo del territorio per stimolare la rigenerazione innovativa del tessuto urbano, mediante la creazione di Quartieri Smart, concentrati all’interno di aree problematiche in cui vi è un maggiore degrado ambientale, sociale ed economico;
  9. Approvazione di una regolamentazione edilizia urbana per favorire la ristrutturazione del patrimonio pubblico, mediante la creazione di “isole digitali”, caratterizzate da living labs e da spazi di urban farming;
  10. Valorizzazione del patrimonio culturale della città per promuovere l’accesso alle informazioni di interesse storico e artistico attraverso la presenza di codici QR utilizzabili dai turisti e dai residenti.
Prezioso il contributo di Alessandro Vasquez, Cgil Siracusa, che ha raccontato l’agonia dei lavoratori del Comune di Siracusa che si sarebbero dovuti occupare della digitalizzazione, ma che oggi si trovano a dover combattere per la cassa integrazione. Segno di una città lumaca che non riesce a stare al passo con i tempi.
L’ingegnere Cristian Randieri ha affrontato le questioni della concreta applicazione delle nuove tecnologie nel campo del controllo degli inquinanti atmosferici, del marketing turistico e delle relazioni con la cittadinanza.
A tirare le conclusioni, Matteo Messina, social media manager e web designer, che ha focalizzato, in maniera esemplificativa, il suo intervento sulla possibilità di modificare in meglio la vita quotidiana della cittadinanza rispetto ai disservizi che caratterizzano oggi la gestione maldestra di alcuni settori amministrativi.
Al termine dell’incontro, Michele Mangiafico ha dichiarato: “Grazie ai tanti che oggi hanno partecipato alla nostra seconda tappa del cammino che ci conduce verso le Amministrative per il rinnovo del Sindaco e il ritorno del Consiglio comunale. Un cammino in cui condividiamo e costruiamo, punto per punto, il programma della nostra città. Abbiamo percepito l’energia e l’entusiasmo degli intervenuti, competenti, appassionati, desiderosi di cambiare in meglio Siracusa.Abbiamo visto insieme cosa si deve fare, quali sono le ragioni del fallimento dell’attuale Amministrazione e quali proposte avanza “Civico4” per lo specifico settore oggetto dell’appuntamento. Ci prepariamo, con rinnovata speranza, per il terzo incontro pubblico con la cittadinanza”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.