Ministro

Maxi sbarco di migranti a Roccella Ionica. Il ministro Salvini: “Italia sotto attacco”

Maxi sbarco di migranti a Roccella Ionica. Il ministro Salvini: “Italia sotto attacco”

27 marzo 2023 - In arrivo 650 migranti nel porto di Roccella Ionica, la situazione migratoria in Italia continua ad essere sempre più delicata. Nel corso della notte, un peschereccio di 30 metri partito dalla Libia ha sfuggito ai controlli e ha fatto sbarcare a bordo 650 migranti, tutti uomini provenienti dalla Siria, dal Pakistan, dall'Egitto e dal Bangladesh. Dopo circa 5 giorni di viaggio, la barca è approdata nel porto di Roccella Ionica e ha urtato contro un'altra imbarcazione utilizzata in un precedente arrivo. I profughi sono stati sistemati in una delle aree del porto vicine alla tensostruttura, dove…
Read More
Luca Cannata: una norma per evitare la chiusura del depuratore consortile di Priolo

Luca Cannata: una norma per evitare la chiusura del depuratore consortile di Priolo

Una norma per evitare la chiusura del depuratore consortile di Priolo. Il parlamentare di Fratelli d’Italia, Luca Cannata, sta lavorando fin dall’insediamento con il ministro Adolfo Urso (Imprese), il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, l’assessore regionale Elena Pagana (Territorio e Ambiente) e con i colleghi del Senato, in primis il relatore Salvo Pogliese, per provare a risolvere il problema di Ias. “Siamo sul pezzo - commenta Cannata – come accaduto con Lukoil, l’obbiettivo è la risoluzione nel più breve tempo possibile e già ci stiamo adoperando con il decreto legge Ilva che ci consente di intervenire con apposito Dpcm…
Read More
Lukoil Priolo: Per il ministro Urso produzione e occupazione devono restare in Sicilia anche in caso di cessione

Lukoil Priolo: Per il ministro Urso produzione e occupazione devono restare in Sicilia anche in caso di cessione

Roma, 17 novembre 2022- La raffineria Lukoil di Priolo "rischia di chiudere per vicende internazionali" ha dichiarato il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso che ha inteso sottolineare: "Garantiremo che la produzione proceda", e se ci sarà interesse a acquisire l'azienda "la norma sul Golden power ci concede di dire a che condizioni. La condizione per noi è il mantenimento della produzione e dell'occupazione, così fondamentali per la nostra Sicilia".
Read More
Ministro Matteo Salvini: “Piu’ dicono no al ponte sullo stretto, maggiore e’ la mia voglia di realizzarlo”

Ministro Matteo Salvini: “Piu’ dicono no al ponte sullo stretto, maggiore e’ la mia voglia di realizzarlo”

Messina, 16 novembre 2022 - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini ha dichiarato:  "Più mi dicono che il ponte sullo Stretto non si può fare, più mi danno la voglia e la forza per farlo". Il ministro, intervenuto in videoconferenza nel webinar dell'Università degli Studi di Messina sul tema. "Fa piacere sapere che le forze universitarie, sociali e culturali, ci metteranno un loro mattoncino, affinché i lavori partano - ha aggiunto - Conto di tornare presto a Messina e a Reggio Calabria, però portando progetti, novità, finanziamenti e lavoro, perché oltre ai posti di lavoro che questa…
Read More
Nota del ministro Urso su Acciaierie Italia (ex Ilva) : aspettiamo risposte immediate dall’azienda

Nota del ministro Urso su Acciaierie Italia (ex Ilva) : aspettiamo risposte immediate dall’azienda

Roma, 14 novembre 2022 - Riguardo ad Acciaierie Italia (Ex Ilva) il "governo è in campo, aspettiamo risposte immediate dall'azienda". Cosi' recita una nota del ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso. Il ministro ha concordato con il governatore della Puglia Michele Emiliano un incontro che si terrà in Roma giovedì prossimo. Nella stessa giornata il Ministro incontrerà anche i rappresentanti dei sindacati nazionali di categoria, come da loro richiesta.  Intanto - spiega la nota - si aspettano già nella riunione del consiglio d'amministrazione di domani concrete risposte per l'indotto e per i lavoratori, a fronte di…
Read More
Crisi Petrolchimico, Turano scrive a Giorgetti: «Su riconoscimento area crisi non c’è più tempo da perdere»

Crisi Petrolchimico, Turano scrive a Giorgetti: «Su riconoscimento area crisi non c’è più tempo da perdere»

Palermo, 27 aprile 2022 - «Ho chiesto al ministro Giorgetti di occuparsi personalmente della situazione del Petrolchimico di Siracusa, sul riconoscimento dell’area di crisi complessa non c’è più tempo da perdere». Lo afferma Mimmo Turano, assessore alle Attività produttive della Regione siciliana annunciando l’invio di una nuova nota al titolare del dicastero dello Sviluppo economico sulla situazione del Polo petrolchimico. Nella nota indirizzata al Mise l’assessore Turano, oltre a chiedere al ministro Giorgetti di affrontare personalmente il dossier, sottolinea che «la guerra in Ucraina e l’inasprimento delle sanzioni alla Russia rischiano di determinare serie ripercussioni su alcune grandi imprese che…
Read More
Vinciullo – “Solo un Ministro della Lega è riuscito a restituire l’autonomia alla Camera di Commercio di Siracusa”

Vinciullo – “Solo un Ministro della Lega è riuscito a restituire l’autonomia alla Camera di Commercio di Siracusa”

Siracusa, 24 gennaio 2022: Solo un Ministro della Lega è riuscito là dove tutti i precedenti Ministri avevano fallito: ridare l’autonomia, quindi la libertà dai condizionamenti catanesi, alla Camera di Commercio di Siracusa. Lo dichiara l’On. Vincenzo Vinciullo, Responsabile Provinciale della Lega Sicilia. Non appena il decreto del Ministro Giorgetti verrà, definitivamente, registrato e notificato ai due Commissari, bisognerà verificare la sostenibilità economico-finanziaria della nuova organizzazione delle 5 Camere di Commercio, partendo dal pagamento degli stipendi dei dipendenti e dalle pensioni agli ex dipendenti. Presentata ai territori interessati dalla riforma la sostenibilità economico-finanziaria, bisognerà chiarire, e subito, quale ruolo la…
Read More
Siracusa appello della Cgil : “Contrastare in maniera immediata l’emarginazione dal resto d’Italia dei nostri apparati industriali”

Siracusa appello della Cgil : “Contrastare in maniera immediata l’emarginazione dal resto d’Italia dei nostri apparati industriali”

Siracusa, 7 gennaio 2022 - La Cgil siracusana lancia un appello alle massime istituzioni della Città e della Provincia per convocare subito le forze sociali, Confindustria, i Sindaci, le forze politiche e le deputazioni regionali e nazionali “per contrastare qualunque progetto antimeridionalista e di emarginazione politica, sociale, economica e culturale dei nostri apparati industriali”. L’appello arriva all’indomani della notizia che Lukoil abbia deciso di rinunciare all’investimento sul termovalorizzatore e, soprattutto, dopo che da Roma è arrivato il no all’inserimento dei progetti della zona induatriale siracusana nel Pnrr. “Come mai solo adesso il Governo regionale, Assessori e deputati regionali della Lega…
Read More
× Segnala