Vinciullo – Vertenza lavoratori villa Aurelia: regione sorda

Siracusa, 24 agosto 2022: Come è noto, la proprietà della società che gestisce la clinica Villa Aurelia ha deciso di interrompere il rapporto lavorativo con tutto il personale che lavora nella struttura accreditata.

Di fronte a questo provvedimento di licenziamento, che riguarda ben 47 lavoratori, l’Assessorato regionale della Salute rimane indifferente, come se la problematica non riguardasse il Servizio Sanitario della Regione Siciliana, ma quello di altre regioni d’Italia. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo.

Ritengo che il silenzio della Regione su questo argomento sia insopportabile e chiedo, quindi, allo scadente Assessore regionale della Salute di intervenire con l’urgenza del caso.

Non voglio entrare nelle motivazioni che hanno indotto e costretto l’azienda ad intraprendere questo percorso, ma, ha proseguito Vinciullo, non posso rimanere in silenzio e, soprattutto, indifferente quando continua la sistematica distruzione della sanità siracusana per venire incontro alle richieste di altri territori.

Agli scadenti, perché ormai dimissionari, esponenti del Governo regionale chiedo di farci sapere cosa hanno deciso di fare per tutelare la salute dei cittadini della provincia di Siracusa che, altrimenti, ha concluso Vinciullo, sarebbero costretti ad emigrare in altre province e come pensano di intervenire per risolvere il contenzioso che sarebbe alla base del licenziamento dei lavoratori.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.