Caso Borgo dei borghi, il sindaco di Palazzolo invitato a Raitre

“Non ho ancora deciso se accettare l’invito di Raitre a incontrarmi in trasmissione con il sindaco di Bobbio, con il quale non ho e non avrò motivo di scontro”. Non ha smaltito la rabbia il primo cittadino di Palazzolo Acreide, Salvatore Gallo, che ha ricevuto dai dirigenti della Rai l’invito a stringere la mano al suo collega Roberto Pasquali domenica durante la trasmissione Kilimangiaro. Un palcoscenico di primo piano per “smorzare le polemiche”, come affermato da Camilla Raznovich, conduttrice della trasmissione ma anche del programma il Borgo dei borghi, finito nell’occhio del ciclone dopo l’assegnazione del primo premio al comune piacentino che ha ottenuto la preferenza dei tre giurati in studio ma un inferiore numero di suffragi al televoto.

La riserva del sindaco Gallo è dovuta sia dall’avere scoperto che il professore Philippe Daverio sia stato nominato cittadino onorario di Bobbio, sia dalla reazione del critico d’arte che, dai microfoni del programma “Le iene” ha rincarato la dose prendendosela con la Sicilia e i siciliani. “Sono sconvolto – dice Gallo – dalle dichiarazioni rilasciate da Daverio. Se può non esserci il conflitto d’interessi tra la competizione e l’essere stato nominato cittadino onorario del borgo vincitore, di certo è fuori luogo scagliarsi con questa violenza verbale contro la nostra terra. Ha dato una spallata agli sforzi di tutti noi di sdoganare lo stereotipo di una Sicilia parassita e mafiosa versandoci addosso l’olio bollente che rasenta l’odio razziale”.

Anche Raitre prende le distanze da quanto affermato dal professore Daverio sulla Sicilia e sui siciliani “rese – è scritto in una nota – a titolo esclusivamente personale. Battute e allusioni intollerabili, in contrasto con lo spirito stesso del programma al quale Daverio ha collaborato. Il Borgo dei borghi intende dare visibilità ai piccoli centri di tutto il paese valorizzandone la storia, la cultura, l’arte e le tradizioni popolari. Anche per questo domenica prossima all’interno del Kilimangiaro ci saranno i sindaci di Bobbio e Palazzolo Acreide”.

Raitre, a proposito delle polemiche sull’esito della gara “ribadisce che nella serata finale le votazioni si sono svolte con assoluta regolarità e trasparenza sotto il controllo di un notaio nel rispetto del regolamento in vigore già dalla passata edizione e pubblicato sul sito della trasmissione”. Per i responsabili di rete Bobbio è stato votato da tutti e tre i giudici come prima scelta per la vittoria finale ma sarebbero stati sufficienti anche i voti di due giudici soltanto. In altre parole, anche senza contare il voto del presidente della giuria Philippe Daverio, la classifica sarebbe rimasta invariata”. Ma queste giustificazioni non rendono merito ai palazzolesi, che, nel pretendere le scuse di Daverio, propongono a Raitre di decretare un primo posto ex aequo per i due comuni che si sono contesi il titolo di Borgo dei borghi.

Francesco Nania

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.