Granata sulla convenzione tra Inda e Parco archeologico: “Collaborazione anche col Comune per aumentare l’offerta culturale”

“Non esiste alcun conflitto, stiano tutti sereni. Proprio lunedì con il sindaco Italia e l’architetto Rizzuto, abbiamo concordato un percorso per una nuova collaborazione tra la Fondazione Inda, il Parco Archeologico e l’amministrazione cittadina sugli spazi e i progetti culturali”.

Lo dice l’assessore alla Cultura, Fabio Granata, intervenendo sul dibattito relativo alla bozza di convenzione per l’utilizzo del Teatro greco in occasione della Rappresentazioni classiche.
“Registro positivamente, inoltre – aggiunge Granata – il doveroso interesse della commissione Cultura dell’Ars verso l’Inda, che rappresenta il più importante istituto sul teatro classico al mondo e allo stesso un formidabile strumento di promozione per il nostro Teatro greco e per l’intero grande Parco del Sudest. Dal prossimo anno contiamo di allestire non solo l’Ara di Ierone ma anche di valorizzare altri siti antichi: da Eloro a Palazzolo a Pantalica, grazie alla collaborazione dell’Inda”.

Fabio Granata conclude: “Il Parco archeologico nel suo complesso, per la sua rilevanza e grazie a nuove collaborazioni prestigiose come questa e sopratutto grazie alla sua autonomia, si appresta a diventare il sito culturale più importate della Sicilia e del Sud Italia”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.