Riserva Ciane Saline. La Federazione Verdi chiede un incontro col Libero Consorzio


I consiglieri comunali Andrea Buccheri, Michele Buonomo e Salvatore Costantino, della Federazione Verdi, hanno immediatamente indirizzato una richiesta ufficiale per calendarizzare un’incontro con i vertici del Libero Consorzio di Siracusa riguardo le strategie d’attuare dopo l’incendio divampato durante la scorsa serata presso la Riserva Ciane Saline.
” Preso atto di quanto accaduto – riferiscono i tre consiglieri- abbiamo indirizzato richiesta per un incontro ufficiale con il Commissario Straordinario Dott.ssa Carmela Floreno, il Capo Settore Ambiente Ing. Domenico Morello , l’Ing. Paolo Trigilio per la Tutela Ambientale e il Responsabile Settore Parchi Riserve Dott. Giuseppe Mammino. Un incontro cui , se vorranno e potranno, a nostro avviso sarebbe bello partecipassero anche istituzioni della nostra amministrazione comunale e della Regione. Oltre ad una rappresentanza dei volontari cui va un ringraziamento per gli sforzi prodotti a difesa della tutela ambientale nell’intera provincia.
L’obiettivo deve essere quello di
indirizzare un piano d’azione condiviso perché non si corrano più rischi di questo genere soprattutto come accaduto con più gravità nella Riserva delle Saline di Priolo “.
“La proporzione delle fiamme dovuta anche al vento- prosegue il gruppo consiliare dei Verdi- ha certamente amplificato ieri sera il dato reale poi ricavato all’indomani dell’intervento immediato di Vigili del Fuoco e Corpo Forestale che ringraziamo di vero cuore per l’impegno profuso. Oltre alle tante sterpaglie , possono considerarsi limitati i danni , riconducibili ad un ettaro di macchia mediterranea per lo più canneti. Le fiamme sono infatti rimaste circoscritte più all’area delle Saline che del fiume Ciane. Occorre , da adesso in poi, rafforzare ogni possibilità di prevenzione. Rendiamo merito alla strada che il Libero Consorzio ha voluto intraprendere
partecipando ad un avviso pubblico della Regione che apporterà alcuni finanziamenti con fondi del PO Fesr Sicilia 2014/2020. Un
progetto di interventi di rimozione e bonifica di detrattori ambientali , quale l’amianto in particolar modo. Ma occorre concentrare le maggiori attenzioni sulla vegetazione”.
“L’incontro che richiediamo- concludono Buccheri, Buonomo e Costantino- e per il quale attendiamo risposta deve servire a mettere in campo tutte le forze necessarie a prevenire disastri e ad attuare le necessarie forme di cura e salvaguardia. La
Riserva Naturale Fiume Ciane e Saline di Siracusa, fu istituita nel 1984 e affidata all’allora ex Provincia. Ma va detto , ahimè che da quel momento è venuta meno negli anni
la manutenzione dell’argine che separava la zona della riserva dal mare che ha finito con invadere il luogo di sosta degli uccelli
migratori, tra cui fenicotteri e altre speci.
Gli incendi del passato hanno pure distrutto tantissime piante di papiro oltre che di vario genere. Determinando un notevole depauperamento della flora”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.