Siracusa. Consiglio Comunale, attività ispettiva: Burgio M5S presenta due interrogazioni

Per l’attività ispettiva del Consiglio del 6 maggio ho presentato due interrogazioni :

-Una riguarda lo stato di manutenzione dell’area destinata alla realizzazione del nuovo canile municipale pubblico; area la cui preventiva e necessaria sfalciatura risulterebbe ad oggi non ancora effettuata, nonostante con determina dirigenziale nr.45 del 23/01/2015, si sia provveduto ad assegnare per sette anni a ditte private proprio la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde pubblico del territorio comunale, suddiviso in cinque aree. La detta attività avrebbe un costo annuale aggiudicato di euro 1.486.840,18,che moltiplicato per sette anni raggiunge il complessivo importo di euro 10.407.881,27, oltre ad euro 717.364,20 previsti dalla stessa determina “per imprevisti e lavori straordinari” nei cinque lotti. Un importo di certo non indifferente considerate le difficili condizioni in cui versano le casse del Comune. Si è chiesto, dunque, all’Ente di conoscere il motivo del ritardo nella sfalciatura dell’area sita in Contrada Carancino ,proponendo anche una concreta soluzione nell’ipotesi in cui la stessa non fosse per assurdo ricompresa nelle cinque aeree oggetto del bando sopra indicato. Lo strumento per risolvere il problema già adottato dai Comuni di Palermo, Collesano e Petralia Sottana potrebbe essere rappresentato dalla convenzione tra il Comune e l’ Azienda Regionale delle Foreste Demaniali, previsto dalla legge regionale 16 del 6 Aprile 1996 e successive modifiche (L.R. N.13/99 e L.R. n.14/2006) , secondo la quale l’Azienda Regionale delle Foreste Demaniali potrebbe eseguire gratuitamente anche opere di interesse pubblico come la gestione del verde del territorio comunale.

– La seconda interrogazione riguarda la convenzione tra l’Ente e la Societa’ Erga s.r.l. avente ad oggetto il servizio di gestione, fruizione, valorizzazione e visite dei siti Culturali Comunali (Artemision-Latomie Cappuccini-Giardino Storico di Villa Reimann e Teatro Comunale) la cui l’ulteriore proroga scadra’ il 30/06/2019 . La detta convenzione sottoscritta in data 21/10/2015 prevede all’art. 9 – “Oneri a carico dell’ Amministrazione Comunale” che ogni singola utenza dal 10/2015 al 31/12/2015, per tutto il 2016-2017-2018 e il 2019, sia appunto ad esclusivo carico dell’Ente. A mio avviso questo punto della convenzione non si presenta vantaggioso per l’Ente, poiché determina un aggravio per le casse comunali con indubbi riflessi anche sui cittadini.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.