Covid – Messina, le scuole resteranno chiuse fino a quando le attività di screening saranno completate: “Lo afferma il sindaco di Messina Cateno De Luca”

Ci siamo adeguati alle disposizioni nazionali e regionali essendo stata la Sicilia classificata zona gialla. Rimane in vigore il divieto di sostare nelle aree pubbliche compreso strade, piazze e parchi.

Riaprono gli asili, ma non le scuole che a Messina resteranno chiuse fino a quando saranno completate le attività di screening epidemiologico“, afferma il sindaco di Messina Cateno De Luca che spiega: “gli asili nido e ludoteche, pubblici e privati, potranno riaprire da lunedì prossimo mentre le scuole rimarranno chiuse in base al calendario che sarà reso pubblico unitamente all’apposita ordinanza. La raccomandazione per tutti, ovviamente, rimane quella di non comportarci come se il pericolo di contagio non esistesse più”. Cade anche il divieto alle 19 dei liberi professionisti di poter incontrare i clienti”.
 Intanto sono 1.024 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 8.965 tamponi effettuati. Sono 45 i morti che portano il totale a 1.506. Con i nuovi casi salgono a 40.484 gli attuali positivi con un incremento di 602.
Di questi 1763 sono i ricoverati: 1.522 pazienti in regime ordinario e 241 in terapia intensiva, 6 meno di ieri. In isolamento domiciliare sono 38.721 persone. I guariti sono 377.
Sul fronte della distribuzione fra province: Palermo 269, Catania 364, Messina 126, Ragusa 58, Trapani 9, Siracusa 55, Agrigento 74, Caltanissetta 25, Enna 44.
E al secondo decesso in pochi giorni per Covid-19, quello di una donna di 41 anni, Enza Di Lisi, madre di tre figli, il sindaco di Petrosino (Tp), centro di circa 8 mila abitanti, fino al giugno 1980 frazione di Marsala, ha dichiarato, per domani, giorno del funerale della donna, il lutto cittadino. Il sindaco, Gaspare Giacalone (Pd), ha ordinato per domani bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici e saracinesche abbassate per i negozi al passaggio del feretro. Dall’agrigentino arriva la protesta di alcuni commercianti cinesi poiché nonostante la Sicilia sia in fascia gialla, a Ribera i negozi sono rimasti chiusi. I vigili hanno solo “applicato ciò che era scritto nella comunicazione della questura di Agrigento. Dopo aver letto le carte”, dice il sindaco Matteo Ruvo

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.