Ponte di Cassibile, Zito e Ficara (M5S): “Iter autorizzativo completato per il consolidamento”


Siracusa (12 settembre 2019) – “E’ stato completato l’iter autorizzativo del progetto per il consolidamento del ponte sul fiume Cassibile. Ora tocca ad Anas completare gli ultimi passaggi che condurranno al bando di gara”. Ad annunciare l’attesa novità è il parlamentare Paolo Ficara (M5s) che insieme al deputato regionale Stefano Zito (M5s) ha seguito costantemente l’evoluzione di una vicenda per certi aspetti paradossale. Basti pensare che il ponte stava per essere abbattuto nel 2014 e poi, in seguito anche all’intervento della Soprintendenza, è partito un complesso iter burocratico che ha prodotto un nuovo progetto, mirato al consolidamento, e una trafila di autorizzazioni che sembrava infinita.
“Siamo dovuti intervenire più volte per far si che gli incartamenti relativi a questi lavori non restassero sulle scrivanie per più tempo del dovuto. Ad agosto, ad esempio, anche grazie al pressing che abbiamo operato sulla Regione per il parere di competenza, è arrivato il via libera anche dalla Riserva orientata Cavagrande – Cassibile. Incontri, telefonate e vertici, a Palermo ed a Roma, e in poco meno di un anno vediamo un iter autorizzativo finalmente completato. E visto che non è necessario passare dal Genio Civile, il progetto è stato trasmesso nei giorni scorsi alla sede centrale di Anas, a Roma, per la sua approvazione finale e il conseguentemente finanziamento. Da rassicurazioni ricevute, in un mese circa sarà pronto il bando. Il nostro interessamento continua, fino all’avvio del cantiere ed alla successiva conclusione dei lavori. Da Roma, però, e in particolare dal neo ministro De Micheli ci attendiamo ora una pratica applicazione di quel suo ‘basta ai no politici sui cantieri’. Siamo sicuri che non farà mancare il suo appoggio e la sua vigile attenzione come in precedenza fatto da Danilo Toninelli”, concludono Stefano Zito e Paolo Ficara del MoVimento 5 Stelle.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.