Priolo, confermato progetto di educativa domiciliare e territoriale in favore di minori a rischio per il 2022

Approvato nei giorni scorsi il Piano di Zona 2019/2020, dal comitato dei sindaci del Distretto socio-sanitario D48 di Siracusa.
L’intera somma spettante al Comune di Priolo, 119 mila 108 euro, è stata destinata in favore dei minori, per la prosecuzione nel 2023 del servizio di educativa domiciliare e territoriale.
A darne comunicazione il sindaco Pippo Gianni e l’assessore alle Politiche Sociali e Giovanili, Diego Giarratana.
Nel primo semestre dell’anno 2022, sono state utilizzate le somme previste dal Piano di Zona annualità 2018/2019. Per non interrompere il servizio, vista l’importanza che ricopre per i minori segnalati dal Tribunale, dalla scuola e dai Servizi Sociali, l’Amministrazione Gianni ha deciso di utilizzare fondi di bilancio comunale, a partire da luglio e fino al 31 dicembre 2022, nelle more che venisse approvato il nuovo Piano di Zona.
I fondi dell’annualità del Piano di Zona approvato nei giorni scorsi saranno dunque utilizzati per garantire la continuazione del servizio anche il prossimo anno.
L’azione “Tutti Piccoli Archimede” prevede interventi di sostegno scolastico e psicologico, di aiuto alla famiglia, di promozione ed inclusione sociale, di aggregazione culturale.
Questi gli obiettivi: prevenire casi di dispersione scolastica e l’istituzionalizzazione del minore, recuperare la devianza giovanile, fornire sostegno psicopedagogico a minori e genitori, sensibilizzare alla cultura della legalità, promuovere l’integrazione del minore nel contesto territoriale sociale

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.