Priolo, consiglio comunale: approvati contributi per l’acquisto prima casa , bici e ciclomotori

Si è riunito ieri sera, in seduta urgente, il Consiglio comunale di Priolo Gargallo.

In apertura è stata approvata, all’unanimità dei presenti, la proposta di partenariato pubblico-privato per l’affidamento in concessione del servizio di illuminazione presso il cimitero comunale, previa riqualificazione energetica e funzionale, con adeguamento degli impianti di illuminazione votiva e pubblica, con sorgente a LED, la realizzazione di impianti fotovoltaici, sistemi di videosorveglianza e antintrusione, toponomastica cimiteriale. Sull’argomento è intervenuto in aula l’Assessore ai Lavori Pubblici, Tonino Margagliotti. “La proposta di partenariato – ha ricordato – risale al 2016 ed era dormiente tra i cassetti di questo Ente. L’Amministrazione Gianni si è data subito da fare nell’istruire il progetto, approfondirlo ed adeguarlo alle esigenze della popolazione, che per anni non ha avuto le luci votive al cimitero. Ogni cittadino avrà così la possibilità, una volta espletato il bando di gara, di avere le luci nei loculi e nelle cappelle private. Una iniziativa interessante, che prevede anche l’ottimizzazione e il miglioramento dell’illuminazione circostante la strada. Tanto – ha detto ancora l’Assessore Margagliotti – è stato fatto per ridare decoro a questo luogo e grazie al nuovo progetto sarà gestito in maniera professionale da una società privata, che investirà 150.000 euro; previsto anche un introito per il Comune, che aveva attuato un intervento di 30.000 euro, che verranno rimborsati o compensati con interventi da noi suggeriti. Dopo l’approvazione del Consiglio comunale – ha concluso Margagliotti – sarà approntato il bando e sarà esperita una gara aperta a tutti; il vantaggio di chi ha avuto asseverato il progetto sarà quello di avere la prelazione nel momento in cui nella gara si dovessero presentare altre offerte”.

Il Sindaco Pippo Gianni è intervenuto per portare a conoscenza dei Consiglieri comunali e di tutta la città che appena insediato si è recato a Palermo ed ha avuto approvato il Piano Regolatore del cimitero. “Nelle prossime settimane – ha detto – chiederò al Presidente del Consiglio di convocare una nuova seduta, per procedere alla gara d’appalto per la realizzazione di loculi e di tutto ciò che è necessario. È nostra intenzione effettuare lavori immediati e aprire alla possibilità, per i cittadini che hanno avanzato richiesta, di avere i terreni per la costruzione delle tombe”.

Un’azione meritevole – ha commentato il Presidente Biamonte – una risposta importante per tutta la comunità, in quanto si tratta di un problema sentito non solo a livello comunale”.

Si è poi passati all’approvazione, anche questa avvenuta all’unanimità dei presenti, del regolamento per la concessione di contributi a fondo perduto, per un massimo di 10.000 euro, per l’acquisto e la costruzione della prima casa.

Questo progetto – ha fatto sapere il Presidente Biamonte, promotore dell’iniziativa – è nato soprattutto in favore dei giovani che vogliono mettere su famiglia e permetterà di rilanciare l’occupazione e l’economia. Darà infatti l’opportunità di lavorare a diverse imprese locali che si occupano di edilizia, che venderanno le abitazioni in maniera agevolata, ma anche a tutti coloro che ruotano attorno a questo mondo, a partire da chi vende materiali ma anche agli idraulici, agli elettricisti e a tante altre categorie”.

La parte tecnico-amministrativa del provvedimento – ha detto in aula il Dirigente del settore, Gianluigi Marotta – è imperniata su un principio fondamentale, quello che in gergo tecnico viene chiamato investimento ad alto moltiplicatore, nel medio e lungo termine. Tre i meccanismi che vengono innescati; economico, sociale e di ripopolamento demografico. Le somme, al momento esigue, saranno rimpinguate grazie alla sensibilità del Sindaco Pippo Gianni. In questo atto – ha concluso Marotta – c’è un motivo di orgoglio, da parte dell’Amministrazione e del consesso civico, di aver attuato il regolamento anticipando le misure che in questi giorni il Governo nazionale sta mettendo in atto per quanto riguarda l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa”.

Il Sindaco Pippo Gianni ha ringraziato il Presidente Biamonte per la proposta, “condivisa con convinzione e che – ha detto il primo cittadino – fa il paio con il bando, prorogato al 30 giugno, che permetterà al Comune di acquistare delle abitazioni, ristrutturarle se necessario e assegnarle alle persone che hanno bisogno. Dare una casa a tutti – ha continuato Pippo Gianni – è per noi priorità assoluta. Insieme all’Assessore Giarratana, abbiamo discusso con il Presidente della Caritas dell’Ipab, Istituto di proprietà della Regione che ha sede a Priolo. La prossima settimana – ha fatto sapere il Sindaco Gianni – mi recherò a Palermo per chiedere all’Assessore competente di concedere gratuitamente la struttura al Comune, per attuare interventi di ristrutturazione e ricavare sei alloggi da assegnare agli aventi diritto. Saranno realizzati altri 18 alloggi, che avevamo immaginato di costruire con fondi comunali e che poi sono stati finanziati dalla Regione. Il Comune finanzierà l’annessa struttura sportiva in legno lamellare, che farà il paio con le altre tre che saranno presto allocate in diverse zone della città e con il campo di calcio di San Focà, che stiamo riqualificando”.

Approvato all’unanimità anche il regolamento per la concessione di contributi economici per l’acquisto di bici tradizionali, elettriche, a pedalata assistita e ciclomotori elettrici.

Lo Stato – ha commentato il Presidente Biamonte – ha destinato le risorse solo ai Comuni con oltre 50.000 abitanti. Il Comune di Priolo è dunque rimasto fuori e dato che una buona Amministrazione deve restituire in servizi le tasse pagate dai cittadini abbiamo pensato di attuare questa iniziativa, che aiuta l’ambiente e contrasta il virus, in quanto disincentiva l’utilizzo di mezzi pubblici”.

Il Capogruppo consiliare di SiAmo Priolo, Luca Campione, si è detto soddisfatto per la collaborazione instaurata tra i vari gruppi. “Tutti – ha affermato – abbiamo bisogno di tornare a vivere Priolo. Le iniziative di cui si è parlato stasera vanno tutte in un’unica importante direzione, quella della transizione ecologica”.

Approvato infine all’unanimità il regolamento per l’istituzione e la disciplina del Canone Unico Patrimoniale.

Sulla questione è intervenuto il Consigliere comunale Giuseppe Guzzardi. “L’argomento – ha detto – è stato trattato presso l’apposita Commissione, dopo i chiarimenti arrivati dal Dirigente del settore. Il regolamento è stato aggiornato per adeguarsi alle direttive del Governo nazionale. Il Comune di Priolo – ha concluso Guzzardi – non ha apportato nessuna modifica e le tariffe rimarranno invariate”.

In apertura di seduta è stata ricordata con un minuto di silenzio e un lungo applauso Vincenza Ceraulo, responsabile dei servizi finanziari dell’Ente, scomparsa di recente.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.