Priolo – Versalis, gestione appalti: martedì lo sciopero dei lavoratori Bng

“Incroceranno le braccia, martedi 24 novembre, i lavoratori della BNG, impegnati nella manutenzione edile dello stabilimento Eni Versalis di Priolo Gargallo. E lo faranno, innanzitutto, per solidarietà al personale non ancora assorbito nell’ambito della vertenza apertasi in giugno.” Questo l’annuncio dei segretari generali provinciali di Feneal-UIL e Fillea-CGIL, Saveria Corallo e Salvo Carnevale e del referente territoriale della Filca-CISL, Gaetano La Braca. In quella data, la Solesi Spa ha lasciato il contratto di manutenzione che è stato assegnato alla Bng Spa, con la quale le organizzazioni sindacali Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil hanno chiuso un accordo che impegnava la prima al totale assorbimento del personale uscente dal vecchio contratto. A oggi rimangono senza lavoro, a ben  5 mesi dal cambio appalto, il 25% degli operai.

È l’ennesima vertenza lacrime e sangue nella zona industriale. Una autentica mattanza, un romanzo nero che si arricchisce di un nuovo capitolo. Una serie infinita di contatti, di accordi sottoscritti e poi sconfessati, di sorprese, condensati da un sostanziale disinteresse di Eni. Non vi sono spiegazioni a oggi che possano spiegare il perché non vi sia stato l’assorbimento del personale  individuato, già decurtato del 33% rispetto a quello impiegato nell’ultimo mese la Solesi prima di uscire dal contratto.

“È arrivato il momento di manifestare il totale dissenso nei confronti della politica degli appalti dei colossi industriali e lo faremo il 24 novembre”.

Le segreterie provinciali di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil proclamano lo sciopero dei lavoratori BNG ma chiedono un atto di solidarietà all’intera area industriale nelle prime 4 ore. “Ma non deve essere solo un atto di solidarietà. Dovranno essere ore di reale indignazione dei lavoratori dell’area industriale contro l’ingiusta politica degli appalti, in atto da tempo che continua a produrre disoccupazione, precarietà e insicurezza”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.