Ragusa, cuginetti travolti da un Suv: aperta unʼinchiesta sui tempi dʼintervento dei soccorsi


La Procura di Ragusa ha aperto un’inchiesta sui tempi d’intervento dei soccorsi ai due cuginetti di 11 e 12 anni travolti da un Suv a Vittoria, nel Ragusano. Uno dei due bambini è morto, l’altro è ancora ricoverato in pericolo di vita a Messina con le gambe amputate. Le autorità hanno disposto l’autopsia sul corpo della vittima. Indagati medico e infermiere presenti sull’ambulanza giunta sul posto dopo la tragedia.

Alla guida del Suv c’era Rosario Greco, 37 anni con precedenti per armi e droga, figlio del “re” degli imballaggi del mercato di Vittoria. Guidava, secondo gli investigatori, con un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello consentito. E per questo non ha saputo controllare l’auto, dopo un sorpasso azzardato, nel tratto in cui la strada diventa uno stretto budello.

L’interrogatorio di garanzia di Greco è previsto per lunedì in carcere. Il 37enne è accusato di omicidio stradale aggravato, di omissione di soccorso e di guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Pesante i capi di accusa a carico del figlio del “re” degli imballaggi di Vittoria, non nuovo a certe scorribande in città rimaste impunite

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.