Siracusa, i carabinieri smantellano “i fortini” nella piazza di spaccio della Mazzarrona

Attualità, cronaca, flash news, Notizie

 

I carabinieri assestano ancora una volta un duro colpo allo spaccio della droga nel capoluogo. Dopo la Borgata, la Tonnara e il Bonx, anche la piazza di spaccio della Mazzarrona è stata disarticolata; la variante che in quest’ultimo caso sono stati eliminati solo gli ostacoli che la squadra bene organizzata dedita allo spaccio della droga nel quartiere aveva installato per evitare gli arresti. Diverse baracche in legno e un fortino attrezzati di tutto punto, dove avveniva il confezionamento delle dose della droga, ma anche un sistema di vedette con una finestrella d’osservazione tipo militare, dei letti, Tv, cucinino e tanti libri sulla mafia, realizzato abusivamente nella terrazza del palazzo che dominava la zona con un raggio d’azione a 360 gradi, con turni regolari avvicendati giorno e notte di uomini fidati. Un sistema di telecamere agli infrarossi, e un campanello d’allarme manuale collegato con un filo di seta tipo pesca al piccolo ma funzionale capannone dietro la palazzina popolare di via Algeri, al fine di allertare gli addetti ai lavori per far sparire così la droga e scappare e che, a ben vedere, finora ha funzionato.

Alla vasta operazione portata avanti dai Carabinieri nelle prime luci dell’Alba di oggi, insieme con i Vigili del fuoco che hanno smantellato delle grosse cancellate in ferro installati all’ingresso della palazzina per impedire l’accesso nell’area condominiale alle forze dell’ordine. Gli uomini dell’Arma hanno operato con il supporto logistico di un elicottero ed hanno eseguito numerose perquisizioni in diverse abitazioni. Nel corso delle operazioni sono state sequestrate automobili, diverse pistole e una carabina e tanta droga, oltre a dei cani di cui non si conosce il proprietario ma risultati essere in buone condizioni, così come due cavalli custoditi in stalle abusive.

C.A.

Total Views: 1550 ,

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.