Coronavirus, il prefetto Scaduto a confronto coi sindaci

Il Prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto, ha scelto Priolo per presiedere un vertice provinciale sul tema Coronavirus. Presenti i Sindaci, forze dell’Ordine, Protezione Civile, Camera di Commercio, organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, Coni provinciale. In apertura, il Prefetto ha ringraziato il Sindaco di Priolo, Pippo Gianni, per l’ospitalità. “Siamo in una situazione molto delicata, di allertamento – ha detto – che non deve diventare emergenziale; per questo è fondamentale la collaborazione dei cittadini. Nessun Governo adotterebbe misure come la chiusura delle scuole se non vi fossero ragioni serie”. Il Prefetto ha parlato di “difficoltà a livello provinciale nel tenere unito il sistema, con il rischio che ognuno faccia per sè di fronte ad una emergenza sanitaria nuova per tutti, che è ad un passo dall’essere definita pandemia. Per evitare una situazione emergenziale, per allontanare il pericolo che la nostra Regione e la nostra Provincia diventino zona rossa o gialla è dunque necessario che tutte le istituzioni e i cittadini cooperino tra loro e si attengano alle misure introdotte dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri”. Evitare dunque luoghi affollati, che non possano garantire la distanza minima di sicurezza tra una persona e l’altra, che deve essere di almeno un metro. Per quanto riguarda ad esempio le attività commerciali, tutto ciò è un obbligo e non una scelta lasciata al libero arbitrio dei responsabili. Chiunque sia a conoscenza di negligenze e violazioni può rivolgersi alle forze dell’ordine. Studenti, lavoratori, turisti, anche asintomatici, che provengano dalle zone maggiormente a rischio e chiunque abbia sintomi sospetti, dovrà informare il medico di famiglia o l’ASP che forniranno le indicazioni da seguire. Il Sindaco di Priolo, Pippo Gianni, ha parlato dell’importanza di attuare le fondamentali regole di igiene, come lavarsi spesso le mani, disinfettare e sanificare superfici e attrezzature anche con candeggina.
La situazione in Sicilia, aggiornata alle 12:00 di oggi, vede 24 casi positivi, di cui 7 già validati, 3 a Palermo e 4 a Catania. Risultano ricoverati 7 pazienti, 3 a Palermo, 3 a Catania e uno ad Enna; altri 17 pazienti sono in isolamento domiciliare.

Comments

comments

0 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.