Priolo, il sindaco Gianni consegna un corposo documento al ministro Costa -Video-

Le bonifiche nella zona industriale saranno avviate con modalità e tempi certi. Lo ha assicurato il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ieri in visita nel siracusano. Ieri mattina, in Prefettura, Costa ha incontrato il Sindaco di Priolo, Pippo Gianni e gli altri Sindaci dei comuni interessati. Ieri pomeriggio, insieme al Sindaco Gianni, si è spostato a Priolo, dove ha incontrato i cittadini e le associazioni ambientaliste, presso il centro “Polivalente”. Presenti anche i Deputati regionali Giorgio Pasqua e Giampiero Trizzino e Don Palmiro Prisutti. Ieri , il Sindaco Gianni ha consegnato al Ministro un fascicolo che riguarda l’inquinamento a Priolo, chiedendo di esercitare tutti i poteri a lui conferiti per tutelare la nostra popolazione. Il primo cittadino ha chiesto una rivisitazione delle AIA, le autorizzazioni integrate ambientali, alla luce delle BAT, Best Available Techniques, le migliori tecniche disponibili, in modo da definire i valori limiti per le emissioni atmosferiche degli impianti. Risposta positiva da parte di Sergio Costa, che ha fatto sapere di avere riaperto le AIA. Il Sindaco Gianni ha anche rinnovato la richiesta di destinare ai comuni della zona industriale l’1% del prelievo fiscale attuato nel nostro territorio, da spendere per sanità e ambiente.
Costa ha fatto sapere che alcune imprese private che operano nel SIN di Priolo sarebbero disposte a intervenire per bonificare il territorio. A cominciare sarà la Eni Rewind, ex Syndial, che avrebbe annunciato interventi per 260 milioni di euro, scaglionati nei prossimi anni; Costa si è detto sicuro che Lukoil e altre aziende si accoderanno presto. “Non farlo – ha commentato – significherebbe isolarsi”. “A giovarne – ha detto il Sindaco di Priolo, Pippo Gianni – sarà la salvaguardia della salute e dell’ambiente e l’operazione avrà anche importanti ricadute occupazionali”. Il Ministro Costa ha annunciato l’insediamento di un tavolo congiunto, del quale faranno parte il Ministero dell’Ambiente, che sarà coordinatore, la Regione e i Sindaci dei comuni interessati, per parlare di modalità e tempi certi per avviare le bonifiche. “Iniziare a bonificare – ha continuato il Ministro – vuol dire anche liberarsi di tutte le schermaglie giuridiche e mettere al centro dell’attenzione il benessere dei cittadini e del territorio”. Durante l’incontro del pomeriggio a Priolo, Costa ha parlato degli altri interventi attuati, come l’accordo di programma con la Regione, firmato in mattinata a Catania, per la qualità dell’aria e la mobilità sostenibile. Dopo averne già parlato con il Presidente della Regione, Nello Musumeci, il Ministro ha invitato l’Ars ad approvare due semplici norme che riguardano soglie olfattive e controlli sulle sostanze odorigene e sulla pressione insediativa, per vietare la realizzazione di nuovi insediamenti industriali. Il Ministro ha infine annunciato che tornerà presto a Priolo, per portare nuovi, importanti risultati.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.