Università delle Tre Età priolese: “L’attività motoria nella terza età”


Sala delle Conferenze, presso la Biblioteca Comunale di Priolo Gargallo, gremitissima per quello che è stato il quarto incontro di un ciclo di Conferenze, facenti parte di un Progetto ad ampio spettro, studiato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa, tramite l’Unità Operativa di Educazione alla Salute, nell’ambito del Piano Regionale di Prevenzione Incidenti Domestici e Promozione dell’Attività Fisica degli Anziani.
Si è tenuto, giorno 29 gennaio, dalle ore 16:00, un interessante e significativo incontro in partenariato tra l’ASP, l’Amministrazione Gianni e l’Università delle Tre Età di Priolo Gargallo attraverso una Conferenza, che fa parte di un ciclo di seminari d’informazione e formazione per mezzo della sinergia con i centri di aggregazione anziani e le associazioni che si interessano degli stessi.
L’incontro ha visto una grande partecipazione, in quanto trattava il tema dell’attività fisica, che coinvolge sempre più persone, in quanto presenta dei benefici per la salute ad ogni livello d’età.
La Conferenza si è tenuta, dopo una breve presentazione, a cura del Presidente dell’Università delle Tre Età di Priolo Gargallo, dott.ssa Maria Luisa Vanacore, Associazione referente per tale Progetto. La Conferenza, dal titolo “L’attività motoria nella terza età”, è stata tenuta dal dott. Antonino Troja, Docente del Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche dell’Università degli Studi di Catania, il quale ha relazionato su un tema di estremo interesse, in quanto è oramai diffusa l’informazione che il movimento rappresenta il modo per conservare la funzionalità delle articolazioni, l’energia a livello muscolare, la solidità del sistema motorio nella sua interezza e serve a garantire il benessere psicofisico dell’individuo.
Nella sua relazione, il dott. Troja ha focalizzato l’attenzione sull’importanza dell’attività fisica negli anziani, in quanto tende a “migliorare la capacità aerobica, la forza muscolare, la mobilità articolare, l’equilibrio, inoltre, serve a prevenire le eventuali patologie croniche, il rimodellamento osseo, essendo che lo stress meccanico, favorito dall’attività muscolare, agisce positivamente sugli osteoblasti”. Allo stesso modo, il dott. Troja ha indicato anche le controindicazioni da attività fisica presenti in pazienti affetti da “infarto da miocardio acuto, da angina instabile o a riposo, da aritmie pericolose, da insufficienza circolatoria manifesta, da grave ostruzione del tratto di efflusso del ventricolo sinistro, da aneurisma disseccante, da cardiomiopatia attuale o sospetta, da tromboflebite sospetta o accertata, da episodi infettivi recenti o attivi, da embolie recenti”.
Certamente i benefici dell’attività fisica, in soggetti in età matura, riguardano diversi ambiti e tendono a favorire “il rilassamento, la respirazione, la scioltezza articolare, la tonificazione muscolare, l’equilibrio statico e dinamico, la padronanza del movimento cioè l’esatta esecuzione del movimento conseguente alla cognizione spazio temporale dello stesso, risultante dalla coordinazione, dalla capacità di reazione”. Tra gli innumerevoli benefici dell’esercizio motorio in età adulta avanzata, vi è indubbiamente il supporto alla deambulazione e lo stimolo alla socialità, che risultano un benefico ausilio in un processo di invecchiamento sempre meno accelerato e sempre più controllato a livello medico.
Ha concluso i lavori la dott.ssa Maddalena Rabbito, dell’Unità Operativa di Educazione alla Salute dell’ASP di Siracusa, tra i responsabili del Progetto “AttivInsieme”, accompagnata dalla dott.ssa D’Antoni, la quale ha ricordato il prossimo appuntamento, che si svolgerà sempre nella sede della Biblioteca Comunale di Priolo Gargallo, sita in via Del Fico, martedì, giorno 12 febbraio, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, con la Conferenza di grande interesse “Il familiare come care giver e soccorritore di primo soccorso”, tenuta dal dott. Michele Assenza, U.D.E.P.S.A. ASP SR e dalla stessa dott.ssa Maddalena Rabbito, U.D.E.P.S.A. ASP SR.
Maria Luisa Vanacore

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.