VINCIULLO-ANDOLINA – Soddisfazione per l’approvazione della Legge Delega sulla Disabilità voluta dal Ministro della Lega Stefani

Siracusa, 21 dicembre 2021: Il Senato, ieri, ha approvato la Legge delega sulla Disabilità senza alcun voto contrario.

Il testo era già stato approvato dalla Camera dei Deputati il 9 dicembre e, quindi, la legge entra immediatamente in vigore.

A nome del Dipartimento per le Disabilità della Lega in provincia di Siracusa, esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per questo risultato straordinario raggiunto dal nostro Ministro, On. Erika Stefani. Lo dichiarano Vincenzo Vinciullo e Dario Andolina.

Con il testo approvato, come ha dichiarato il Ministro Stefani intervenendo in Aula, vi sarà “un cambiamento vero nella visione del mondo delle disabilità affinché si possa arrivare ad una vera solidarietà” attraverso un sistema che dovrà essere sottratto al pietismo ed alla donazione di Natale, ma che deve poter contare su risorse strutturali e fondamentali: solo così si riuscirà veramente a dare una risposta alle esigenze delle persone con disabilità ed alle rispettive famiglie.

Il Dipartimento per le Disabilità, in questi mesi, in provincia di Siracusa, ha seguito con particolare attenzione il testo predisposto dal Ministro, condividendone sia l’impostazione, sia la necessità di modificare integralmente la normativa vigente che non riconosce pari opportunità alle persone ed alle famiglie.

Abbiamo altresì apprezzato la velocità con la quale la norma è stata portata in Consiglio dei Ministri e poi, in soli 12 giorni, approvata da Camera e Senato.

Con la Legge delega, come ha ribadito il Ministro, si avrà “un nuovo approccio normativo che avrà al suo centro le persone con disabilità, i desideri, le ambizioni, la quotidianità. Si realizzerà così l’obiettivo del progetto di vita personalizzato e partecipato, essenza della convenzione ONU”

Finalmente, a nome del Dipartimento per le Disabilità, hanno concluso Vinciullo e Andolina, l’Italia procede spedita verso una società inclusiva che con la “Disability Card”, che dal 2022 potrà essere richiesta da oltre 4 milioni di persone, non si sofferma solo sull’aspetto burocratico, grazie al riconoscimento multidimensionale delle condizioni di disabilità.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.